Stampa
11
Apr
2008

CALCIO. PENSIERINI SU SAMPDORIA REGGINA

Pin It

La Reggina domenica scorsa ha perso per 2  a 0 contro la Fiorentina.Ultimo posto in classifica, e molte tempeste sullo stretto calabrese. Tempeste dentro lo spogliatoio e con  la tifoseria agitata per la discesa libera dei calabresi verso il  profondo della B. Contro la Fiorentina il tecnico Orlandi, il terzo di questa stagione sulla panchina calabrese dopo Ficcadenti e Ulvieri  è tornato al vecchio modulo che lo aveva visto vittorioso con il Siena ,tre domeniche fa.  Ha lasciato fuori Amoruso e Cozza,  due colonne della tifoseria amaranto,  ma  il primo tempo contro la Viola gli ha dato ragione. Dopo aver sbagliato due gol clamorosi con Makinwua e Brienza è strisciata la rassegnazione e nella ripresa la squadra si è spenta, salvata dalla goleada dal portiere Campagnolo.
Contro la Samp è l’ultima spiaggia per i calabresi.

Il Presidente Lillo Foti ha chiamatato a raccolta il popolo calabrese e riggitano invitandoli a fornire una prestazione d’altri tempi  sui gradoni del Granillo contro la Samp .Nella partitella del giovedì gli Ultras  hanno assistito in massa al Sant’ Agata alla partitella in famiglia degli amaranto chiedendo ad alta voce  ai calciatori di tirare fuori gli attributi nella gara contro Mazzarri l’ex  premiato dalla cittadinanza onoraria dopo averli salvati lo scorso anno con 11 punti di penalizzazione, ma già dimenticato.Mister Orlandi  ha recuperato tutti gli uomini della rosa, l’infermeria è vuota e contro la Samp può scegliere.

Nella partita del giovedì non ha fatto trapelare nulla ma tatticamente dovrebbe giocare contro la Samp con il 4 4 1 1 con Amoruso prima punta, ruolo che non gradisce, e Brienza alle spalle.Il tecnico calabrese preoccupato dal centrocampo a cinque blucerchiato potrebbe anche varare un modulo speculare a Mazzarri con una difesa a tre calciatori  5 centrocampisti e i due attaccanti per permettere ad Amoruso di giocare con la faccia verso la porta di Castellazzi e non con le spalle.

Un’ occhio particolare Mister Orlandi lo dedicherà a Cassano e per il talento barese non sarà una domenica normale contro Lanzaro Cirillo e Aronica, ma una domenica bestiale.

La Samp contro la Reggina dovrà essere brava a non farsi creare guai dalla posizione di Brienza a spasso tra le linee di centrocampo e difesa blucerchiata e controllare le corsie laterali dove giocheranno Viggiani e Modesto. Due calciatori che Mazzarri conosce bene.

La Reggina in questo campionato ha vinto solamente tra le mura amiche 5 partite e mai in trasferta. Al Granillo ha segnato  19 delle 27 reti realizzate complessivamente e ne ha incassate 18 delle 47 totali
Numeri chiari per salvarsi la squadra calabrese non potrà toppare le tre gare casalinghe con Samp Parma ed Empoli e dovrà cercare un colpo all’esterno tra Milan Catania e Cagliari. 

                                                                 Lino Marmorato