Stampa
20
Apr
2010

CALCIO. RINATO IL CAMPIONATO GRAZIE AGLI ARBITRI

Pin It

Nell’anno del  CalciopoliLatrinopoli, si scopre nuovamente che il Campionato italiano è il più bello del mondo, non  per il  giuoco , ma per la  suspense.
A contribuire alla rinascita del Campionato più bello del mondo ci hanno pensato tre arbitri di calcio: Tagliavento, Damato e Bergonzi.che applicando il Regolamento del Giuoco del  Calcio uniformemente sotto gli aspetti principali: Tecnico, disciplinare, comportamentale, senza guardare in faccia nessuno.
Testa a Testa tra allenatori speciali per vincere lo scudetto.
Lo Special normal  Ranieri liberatosi dalle scorie juventine non guarda in faccia nessuno, cambia il Capitano del presente Totti e quello del futuro De Rossi alla fine del primo tempo  e vince il derby senza i   “core  de Roma”.
Ma come sempre  sono i  risultati finali delle partite che  fanno apparire gli allenatori maghi o “beline”.
Lo Special one Mourinho insegue .Questa è una notizia  la squadra più forte che rincorre a quattro giornate dalla fine del Campionato.
La Samp è quarta solitaria in classifica ma i veri goleador della Doria non sono Pazzini e Cassano, ma Marotta e Del Neri. Samp con 16 punti in classifica in più rispetto allo scorso anno, risultati che sono arrivati battendo Inter, Milan ,Juventus, Genoa:  manca la Roma l’appuntamento domenica  prossima alle ore 20.45, ma è  trasferta.
I numeri blucerchiati spaventano la Banda Totti: 16 vittorie di Del Neri come ai tempi del Chievo, 31 punti nel girone di ritorno , Pazzini 26 reti nella Samp: 15 in questa stagione.
Il Milan finito il Calcio “Tabarin”  di Leonardo si consola del terzo posto, il Palermo ringrazia il Cagliari in ferie da qualche settimana e pareggia all’ultimo secondo.
I rosa nero  siciliani fuori dal Barbera diventano “arancini” .
 Le 13 sconfitte della Juventus   e le 14 della Fiorentina spiegano il campionato fatto a passo di gamberi della Vecchia Signora e della Viola.
Lavezzi ipnotizza il Bari e il Napoli passa dal  S. Gennaro casalingo al S.Nicola  fuori casa. Bari “strascinato”  da Ventura come le orecchiette   per tutto l’anno è in apnea.
Catania ed Udinese non dovrebbero correre rischi di retrocessione con i 40 e 39 punti.
La Lazio a 37 punti  grazie al rigore mancato da Floccari per mettere KO la
Roma soffrirà fino alla fine.
Floccari con il rigore mancato in un colpo solo a messo in crisi le sue due  squadre di questo  campionato: Genoa Lazio in programma  domenica prossima non sarà  una partita da “violini”.
L’Atalanta alla quarta vittoria consecutiva  casalinga continua a sperare nella salvezza a spese del Bologna. Il rovescio della medaglia degli orobici sono le quattro sconfitte consecutive in trasferta.
Il Bologna di Colomba non vola , non per colpa della nube del Vulcano
Islandese:   giocando  male rimedia un pareggio in casa dell’Udinese ,dove fanno tutto i  friulani: autogol di Zapata e gol di Di Natale.
Il Genoa con la vittoria di Parma ha riaperto qualche spiraglio europeo, ma l’obiettivo alla vigilia della partita in Emilia per Gasperini e giocatori non era questo.
L’obiettivo principale era lasciare sulla sponda del fiume tutti coloro che aspettavano di vedere passare il cadavere del Grifone , non sulla nave di Caronte, visto il  buon campionato giocato  , ma con i remi in barca a 5 giornate dal termine del campionato.
Gasperini ha vinto in Emilia, ha dedicato la vittoria a Preziosi , mettendo in moto il suo  motto calcistico:  “la difesa rende invincibili, ma per vincere bisogna saper attaccare”.
Per le prossime 4 giornate di campionato non promette nulla la Gasperini Band,  solamente sudore e voglia di vincere e chiede alla “sfiga “ rossoblu di questo campionato  di andare al mare in anticipo.

                                                 Lino Marmorato