Stampa
23
Mag
2008

CALCIO. RINNOVATO IL MATRIMONIO TRA SAMP E MAZZARI . IL CALCIOMERCATO DI PREZIOSI

Pin It

Dopo la separazione in casa per due settimane, Mazzarri e la Samp hanno sottoscritto un altro matrimonio per altri due anni fino al 2010. Nella conferenza stampa  a Bogliasco  Marotta, giustamente, ha espresso la gioia per il  campionato effettuato dalla Samp e della rinascita di Cassano, sua perla ed intuizione dello scorso campionato.
Mazzarri, dopo che molti si sono interrogati sulle sue esternazioni ha sposato nuovamente il blucerchiato dicendo:
 "Sono una persona riflessiva, non c'era nessun dubbio ma solamente pensieri personali. Adesso riparto con ancora più entusiasmo. Al termine di un campionato giustamente definito straordinario, avevo bisogno di fare una riflessione per verificare la possibilità di ripartire e continuare a inseguire il meglio. Piuttosto certe cose che ho detto alla vigilia avrei dovuto pronunciarle anche prima, visto che poi hanno portato a una certa situazione. Ma quando ho parlato di matrimonio, mi sono sempre riferito a quello con la Sampdoria. Non ci sono mai state amanti!
Bene ! Con la speranza che Mazzarri in futuro tenga conto di quello che ha scatenato e  rifletta prima di parlare.
Adesso per ripartire Mazzarri dovrà tenere anche  conto delle parole di Marotta in conferenza stampa.
«Il lavoro di Mazzarri ha coinciso con una delle stagioni direi più importanti nella storia in A della Samp, considerando i tre criteri con cui a mio giudizio si deve valutare un risultato sportivo. E cioè il costo della squadra in campagna acquisti, il monte ingaggi ed infine la classifica” Il mercato? Noi non siamo nella fascia alta, come Inter, Milan o Juventus, club che pensano prima ad ottenere il risultato sportivo e poi a ripianare   i bilanci. La Samp ha il problema opposto. L’anno  venturo si giocherà su tre fronti: campionato, Coppa Uefa e Coppa Italia. «E ci teniamo a far bene in tutti e tre - spiega Marotta -, perché stare in Europa è un onore, perché far bene in Italia è un dovere. Non snobberemo nessuna delle tre competizioni, anzi».
I concetti della Società blucerchiata non sono cambiati di una virgola rispetto al passato importante che siano stati recepiti  da    Mazzarri.

Il prossimo calcio mercato blucerchiato probabilmente sarà uno dei più difficile dell’era Marotta. Oltre confidare sul lavoro e la sagacia di Marotta e Asmini si ha l’impressione che i blucerchiati per avere giocatori in rosa dovranno fare qualche sacrificio: mettere sul mercato uno dei pezzi pregiati Palombo o Maggio o investire euro.
Difficilmente le altre Società, anche in vista del 2010 dove conteranno le classifiche degli anni precedenti il bacino di utenza per dividersi i diritti Tv, daranno prestiti gratuiti alla Samp, arrivata sulle soglie della Champions e in Uefa.
L’abilità di Marotta e Asmini  sarà quella di scoprire giocatori a parametro zero o in scadenza di contratto.
Per fare il salto di qualità il costo zero è un’ affare , ma per ottenere risultati bisognerà pagare ingaggi alti, e non dovrà essere una scelta economica.
Primo obiettivo blucerchiato in questo calcio mercato cercare di mantenere i gioielli in rosa : Accardi,  Campagnaro, Sammarco Palombo,Maggio e Cassano. Sul talento barese la prossima settimana il primo scoglio con il Real  che dopo la convocazione in Nazionale non farà sconti. A seguire Sammarco il rinnovo della  comproprietà con il Milan, dopo tentare di non cedere alle lusinghe di Juve Napoli e Fiorentina per Maggio e Palombo. Dopo queste operazioni bisognerà rinforzare la squadra in vista dei tre obiettivi annunciati specialmente in attacco in pool position il ritorno di Nick Amoruso dalla Reggina,operazione non facile l’attaccante non è in scadenza di contratto, ma visti i buoni uffici tra i calabresi e Mazzarri qualcosa potrebbe succedere.

Calciomercato: In due mesi di parole,  non solo a livello rossoblucerchiato,  non è successo nulla.
Sono arrivati un paio di svincolati (Mellberg e Flamini) ma il calcio italiano a livello europeo  per controbattere le mosse che faranno gli inglesi e gli spagnoli sarà in difficoltà,   c’è una impossibilità economica troppo grande da colmare.
E’ tornato il mercato di una volta, i procuratori che chiedono una strana buonuscita, gli agenti che inventato aste impossibili o scambi da fantascienza e i direttori sportivi che hanno in mano il si di un giocatore, ma non quello della società.
 Amauri è l’unico acquisto con euro per adesso  : si girà intorno alle contropartite  ed non è stato ancora ufficializzato dalla Juve, perché ’ la Signora dovrà farlo pubblicamente visto che è una società per azioni quotata in Borsa questo è il problem. Tanti nomi per adesso   ma  acquisti tramite portafoglio  non se ne sono visti.

Genoa: si pensava che i rossoblu dopo la salvezza anticipata con  quasi due mesi d’anticipo , avessero avuto la possibilità di avanzare trattative per il futuro. Tutto ancora è fermo, non tanto per colpa del Grifo , ma per le altre società: Milan ed Inter in particolare.La campagna acquisti e vendite dei rossoblu inizierà dopo che saranno risolte la comproprietà in primis di  Borriello e la vendita di  Konko.
Konko ha tanti estimatori ma si aspetta prima di decidere che sbocci un altro matrimonio quello tra Moratti e Mancini all’Inter.
Inutile nascondersi Borriello e Konko sono due plusvalenze e non da poco per il bilancio rossoblu.
La fortuna del Genoa in questo momento,  è  l’osmosi tra allenatore, che ha le sue esigenze per il suo modulo di gioco, e la  Società. Tramite i suoi uomini mercato i grifoni    hanno avuto il tempo, rispetto al passato,  di monitorare i campionati europei e sono pronti già con opzioni,pronti  a mettere nero su bianco, quando si sbloccheranno i quattro nodi rossoblu: Borriello,Konko,Bovo e Criscito, compartecipazioni calde. La speranza che non si voglia arrivare alle buste da parte di nessuno, altrimenti i tempi lieviteranno e non di poco, prima di vedere sulla carta il Genoa del futuro.

Preziosi e Gasperini hanno in mente altre scommesse  alla Borriello e alla Konko. Nel mirino giocatori che non hanno reso secondo le loro possibilità negli ultimi anni in A e in B, ma che hanno i numeri per diventare protagonisti. I nomi difficili da sapersi .L’unica strada consultare gli almanacchi e le cronache per constatare chi si era perso per strada negli scorsi campionati. Gasperini segue con particolare interesse tutti i giovani che Lui ha avuto a disposizione quando allenava la Primavera della Juventus, e che sono emersi nel panorama calcistico nazionale. Calciatori che conoscono i suoi metodi di allenamento e i suoi dettami tattici,per portarsi avanti con il lavoro. 

I giocatori da oggi ufficialmente sono in vacanza. Il rompete le righe blucerchiato ieri sera sulla Piazzetta di Portofino. Quello rossoblu oggi alle 13 al Pio Signorini, dopo la gita fuori porta di ieri a Crema, con un brindisi di auguri.