Stampa
24
Nov
2008

CALCIO. SAMPDORIA CATANIA 3 A 0 . POKER DI VITTORIE AL FERRARIS DI MAZZARRI

Pin It

Samp Catania 3 a 0. Poker di vittorie  al Ferraris di Mazzarri, grazie ai suoi “jolly” ritrovati: Castellazzi,Bellucci e Cassano. La  Premiata Ditta Bellucci-Cassano è tornata e la Samp vola, con la regola dei tre gol casalinghi. Samp arrosto e Catania fumo, la foto della partita.  Gara sostanzialmente equilibrata  decisa dalle invenzioni degli attaccanti blucerchiati e non dalla spocchia tattica di Zenga e dei suoi avanti.

La squadra di Mazzarri è apparsa molto concreta. Il Gol lampo di Bellucci ha condizionato la partita.
Il Catania è rimasto in partita solo per un tempo. Quando Cassano ha deciso di divertirsi e divertire, negli spazi e sulle corsie esterne la Samp ha affondato con Stankevicius e Pieri senza trovare adeguato contrasto da parte degli esterni inventati da Zenga.
In mezzo al campo Dessena, che ha controllato bene Mascara il più  pericoloso degli etnei, Del  Vecchio e Franceschini hanno soverchiato il centrocampo rosa-azzurro.
Il Catania in trasferta ha confermato la poca concretezza ed ha rischiato la goleada, salvata  da una traversa colpita da Del Vecchio.

Cassano superstar non solo nei suoi tocchi di pallone e gol sempre risolutivi, ma anche per il suo atteggiamento: corre a calmare un compagno nervoso,dialoga con l’arbitro,stringe la mano ad un’ avversario che ferma il gioco per soccorrere un calciatore infortunato.
Cassano: classe unita ad intelligenza e la Samp vola, potrebbe essere un titolo uno spot  di Sampdoria Catania, ma sarebbe sbagliato limitare la vittoria della Samp solo al talento barese.
Anche Pieri, Bellucci e Dessena sono da mettere sugli scudi, ed anche Mazzarri che ha sempre creduto nella sua squadra ed aspettato con pazienza il rientro  dei  suoi solisti.

Il gioco di Mazzarri è tutto improntato alla concretezza come lo scorso anno al servizio di Cassano e Bellucci, ma non si fanno sei gol in due partite consecutivamente se non hai un gioco con un filo conduttore.
Gli ultimi tre gol ai siciliani sono anche pesanti perché la forza della squadra dell’Uomo Ragno in queste prime 13 giornate di campionato oltre il Cibali era stata costruita sulla  forza della  difesa non perforata facilmente.

La vittoria ha dato la spinta verso l’alto della classifica alla Samp, adesso i blucerchiati dovranno trovare continuità fuori dal Ferraris, iniziando domenica prossima a Cagliari, e dopo si potrebbe assistere  ad un Derby da parte sinistra della classifica. Una chicca per Genova, dove tutto sembra, anzi “arranca” paurosamente.