Stampa
19
Set
2008

CALCIO . SAMPDORIA KAUNAS 5 A 0. CASSANO IN RETE

Pin It

Samp Kaunas  5 a 0.A posteriori la vittoria della Samp contro i Lituani è tutta facile, ma  considerato come si era presentata a questo appuntamento la squadra di Mazzarri è una buona iniezione di fiducia: in Europa la crisi del gol è passata. Cassano ai primi gol stagionali, Bonazzoli  finalmente in rete, e sul finire anche il giovane Fornaroli in gol: tutti attaccanti.
Su Bonazzoli vorrei soffermarmi ,  dopo la sconfitta contro la la Lazio mi chiesi come mai Bonazzoli veniva tenuto in panchina all’inizio della gara da parte di Mazzarri, ed auspicai considerato  che il mantovano è l’unica punta pronta  a disposizione  attualmente nel team di Mazzarri di vederlo in campo, non a spezzoni,  pronto  giocarsi le sue carte.
Contro il Kaunas, per la disperazione di far gol, Mazzarri lo ha mandato in campo dal primo minuto e il “vituperato Bonazzoli è andato a segno con una doppietta, cogliendo anche un altro  palo;  non è solo merito della difesa lituania, Bonazzoli per sbloccarsi ha bisogno del gol e di giocare con la fiducia di tutti.
La prestazione di Bonazzoli farà riflettere molti ed anche Mazzarri.Giocare con Inter e compagnia coprirsi con un modulo d’attesa è giusto, ma contro le altre 16 della serie A se hai a disposizione un centravanti lo devi utilizzare dal primo minuto, e se va male lo sostituisci.
La Samp contro il Kaunas, adesso poca cosa, ma alla vigilia per tutti avevano eliminato i Rangers dall’accesso alla Champions, ha giocato una partita intelligente ed oculata, che gli ha permesso di tenere energie per la gara di domenica contro il Chievo al Ferraris; subito la controprova se alla squadra di Mazzarri è finita la “moria” del gol.
Le cinque reti ai lituani permetteranno alla Samp di fare un’ altra programmazione del suo “tour de force” fino alla sosta della Nazionale del 5 ottobre, il ritorno di Coppa sarà una gita; ma un’altra “buona”  positiva della goleada, potrebbe essere quella di non affrettare il ritorno di Bellucci in campo.  

                                                                      Lino Marmorato