Stampa
13
Mag
2008

CALCIO. SCUDETTO E RETROCESSIONE TUTTO NELLE ULTIME DUE PARTITE

Pin It

Dopo calciopoli e Moggiopoli è tornato il Campionato più bello del Mondo, non per i valori tecnici e di gioco ma per il pathos dell’ultima giornata di campionato. Scudetto e retrocessione racchiuso in due partite: Parma Inter , Catania Roma. Grazie a tutto questo il calcio italiano ,pur essendo fuori da tutte le competizioni europee, si riabilita  agli occhi di tutto il mondo calcistico.Tutto questo è successo anche grazie agli arbitri italiani, che nella loro crescita, dopo aver toccato il fondo,  non hanno guardato in faccia nessuno commettendo errori, anche pesanti nei confronti di tutte le squadre: errori  veri e non costruiti ad arte da mani occulte, errori commessi sui terreni di gioco,perché non visti o interpretati diversamente , e non a tavolino.

L’Inter rischia di perdere uno scudetto stravinto. L’Inter è una società che non è mai cresciuta e nessuno di fida di se stesso. L’Inter ha sempre vinto utilizzando non la classe ma la fisicità  dei suoi calciatori, dove molti hanno il fisico da quercia e il cervello di ghianda.  La Roma fulminata come l’Inter per vincere non usa la sciabola ma il fioretto. E’ arduo dire chi vincerà nei due scontri diretti, tra le pretendenti allo scudetto e le retrocedenti,probabilmente non saranno le gambe ma le teste a fare la differenza e la disperazione nel calcio ha fatto sempre più risultati.  All’ultima giornata l’altra sfida Champions tra la  Fiorentina a Torino e Milan in casa con l’Udinese. Una sfida per chi  la vincerà  da molti euro in palio dati dall’Uefa, ma potrà  ridimensionare programmi futuri, a chi la perderà.  Partita anche tra Berlusconi e Della Valle acerrimi nemici in  politica.

La Juventus la prima a raggiungere un’ obiettivo la Champions con la terza posizione in classifica si è tolta con il suo giocatore simbolo lo sfizio di decidere lo scudetto: il gol di Del Piero ha rovinato l’odiata Inter. Per i bianconeri far perdere lo scudetto ai nero azzurri e come riprendersi lo scudetto scippato secondo loro da calciopoli.
Nel mezzo della classifica  all’ultima giornata di campionato non succederà nulla solo qualche brivido per Napoli e Genoa se L’Udinese non farà in tempo a rinnovare la sua licenza Uefa, domani i friulani dovranno presentare il proprio ricorso. L’accusa dell’Uefa verso l’Udinese di non aver versato il contributo solidarietà per i calciatori esteri lo scorso campionato.
Per il Genoa perdere l’ottavo posto, qualunque sia  il risultato del ricorso dei friulani, a favore del Napoli  sarebbe una beffa dopo il campionato condotto davanti ai partenopei per un buon 90% del suo cammino..
In fondo alla classifica  tutto negli incontri tra testa e coda già descritti, con l’Empoli ancora alla finestra e speranzoso in un regalo di Roma o Inter o di entrambe. A 36 punti se batterà il retrocesso Livorno,  potrà giocarsi anche la classifica avulsa nei confronti Catania e Parma.

                                                              Lino Marmorato