Stampa
29
Mar
2009

CALCIO. SENZA SQUILLI MONTENEGRO ITALIA.2 A 0. PAZZO GOL. PAZZINI SEGNA ANCHE SENZA CASSANO

Pin It

Senza squilli , senza particolari sussulti, vinta la gara dell’Italia contro il Montenegro. Partita  che Lippi doveva vincere  a tutti i costi e ci è riuscito alla Lippi  privilegiando il gruppo alla qualità.
La  Nazionale Italiana ha smesso di essere la nazionale dei migliori giocatori che militano nel nostro campionato ed è figlia dei giorni nostri: la nazionale dei giocatori più adeguati alle esigenze del commissario tecnico, siano queste esigenze tattiche, caratteriali  od  altro.

Difficile spiegare a coloro che seguono il campionato le convocazioni di Foggia, Pepe e di Aquilani ,assente per infortunio e non convocato , giocatori che non trovano spazio sempre nelle proprie squadre.
Alla Nazionale manca qualità, ma lo stellone di Lippi c’è sempre.  Il  risultato contro il Montenegro, grazie  di avere applaudito il nostro inno,  diventa secondario al pareggio della Bulgaria contro l’Irlanda di  Trapattoni e di Tardelli. L’Italia a Bari mercoledì contro l’Eire anche senza Cassano,   potrà giocare per il pareggio per mantenere la testa del girone di qualificazione, meta ambita per non correre rischi nel sorteggio finale.
Montenegro Italia agli archivi con solo 4 episodi: il rigore regalato dal difensore montenegrino, la grande parata di Buffon, la benevolenza dell’arbitro Atkinson, che dopo aver graziato l’Udinese in Russia in Uefa  parata di D’Agostino,centrocampista dei friulani sulla riga di porta, ha graziato Cannavaro del rosso da ultimo uomo intorno al 10’ del primo tempo,   e per ultimo il gol di Pazzini, subito battezzato dagli “istrioni-guitti” della Tv di Stato: Pazzini segna anche senza  Cassano.

Cassano non è in Nazionale, perché in questo momento non serve a Lippi che deve fondare un gioco ed un gruppo. Cassano ,se continuerà così,  sarà  sicuramente  al Mondiale, e perché no, si spera  anche alla Confederations Cup in programma a Giugno,dove qualche colpo di classe dovrà essere  preventivato anche da Lippi.
I  rossoblucerchiati in Nazionale: Palombo in campo dal primo minuto alla sua settima presenza, ha faticato a trovare la posizione con Pirlo e De Rossi a centrocampo .Difficile per l’Angelo blucerchiato utilizzare la personalità che utilizza in blucerchiato, ma non è mancato il suo lavoro di rottura a coprire i compagni.
Pazzini vede e sente la porta ,bagna l’esordio in nazionale con due tiri:  uno parato e l’altro in gol. E’ più centravanti di Jaquinta .L’ex juventino non giocava prima punta da 4 5 anni, solo Lippi in nome del gruppo ,poteva preferirlo al Pazzo Pazzo, che indipendentemente dai gol realizzati in questo 2009 è sempre stato un centravanti di razza.  Bocchetti in tribuna,giusto ! Fare esperienza internazionale servirà anche per il Genoa.