Stampa
23
Set
2009

CALCIO. VERSO LA QUINTA GIORNATA DI CAMPIONATO

Pin It

Fiorentina Sampdoria.5° giornata di campionato,   domani Mercoledì 23 settembre ore 20,45 al  Franchi di Firenze. Nessun problema per Del Neri alla rifinitura di stamattina a Bogliasco.  Partenza della Doria per Firenze nel primo pomeriggio di oggi ,  senza Semlioli e Accardi infortunati e i giovani Fiorillo e Regini in Egitto a giocarsi il mondiale under 20. Rientra da squalifica  Tissone a centrocampo ; al posto di Semioli, giocherà  Padalino.Nessuna pretattica da parte di Del Neri contro la Viola.
La Samp andrà a Firenze da prima in classifica per giocarsela. La formazione blucerchiata non ha segreti con: Castellazzi in porta, Stankevicius, Gastaldello, M.Rossi, Zauri, in difesa, Padalino Palombo Tissone Mannini a centrocampo,  davanti Pazzini e Cassano .

Fiorentina:  Solito dubbio per Prandelli dentro Mutu,  con la testa ai  problemi  finanziari,  o Jovetic.
Gli altri ballottaggi tra Donadel/Montolivo e Gobbi/Pasqual  dovrebbero andare a favore dei primi nominati.
Rispetto alla scialba partita di domenica sera contro la Roma rientra in formazione  Vargas.
Probabile formazione della Fiorentina: 4 2 3 1
Frey in porta, Comotto, Gamberini, Dainelli, Gobbi in difesa, Donadel e Zanetti davanti alla difesa,  Marchionni Mutu Vargas alle spalle di Gilardino  unica punta.
Fiorentina Sampdoria, sarà  diretta da  Morganti di Ascoli Piceno

Genoa-Juventus. Giovedì 24 settembre ore 20.45 al Ferraris. Allenamento a porte chiuse al Pio Signorini ,  come è ormai consuetudine all’antivigilia  delle partite di campionato e di Coppa di E.L.

Continuano le polemiche per l’abbondante Turnover fatto da Gasperini contro il Chievo.
Gasperini non è “Tafazzi” e contro il Chievo ha voluto provare i giovani a disposizione nella rosa rossoblu. Probabilmente l’errore del tecnico di Grugliasco di averli provati tutti in una volta.
Fatic, Tomovic, Esposito che ancora non l’abbiamo visto all’opera, saranno famosi in futuro, ma per adesso devono crescere sotto il profilo tecnico e tattico.
Esposito l’unico ancora non visto all’opera in rossoblu, paga il fatto della cattiva preparazione estiva  fatta con il Lecce perché con le valigie in mano da calciomercato.
 Basta con tutta la dietrologia parlata, scritta, cliccata  sul Turnover  di Verona.
Gasperini già a Neustiff era stato chiaro voleva  una rosa di 22 persone, non tutte di qualità eccelsa, ma almeno  già fatti e pronti ad affrontare le competizioni che doveva affrontare il Genoa.
Gasperini cercava giocatori utili  in particolare sulle corsie laterali in grado di fare le due fasi di giuoco.  A sua disposizione ci sono giovani che bisogna crescere.
Tra infortuni e giovani si è trovato di avere a disposizione i giocatori contati per affrontare Campionato e E.L.
Adesso Gasperini fino a gennaio farà di necessità virtù, il turnover fino a quando  non cresceranno i giovani sarà limitato, ma  i rientri di Palladino e Juric, l’integrazione nel gioco dei nuovi arrivati , la speranza di ritrovare  il Modesto di Reggio Calabria,  daranno più possibilità di scelta al tecnico di Grugliasco.

Contro la Juventus Gasperini ha solamente un dubbio chi sarà il sostituto di Criscito squalificato.
Le opzioni per sostituire il “Mimmo” rossoblu  sono 3 : 1° la più semplice con Modesto sulla corsia di sinistra,  la 2° Mesto sulla corsia di centrocampo a sinistra dentro Palacio in attacco, la 3° Rossi sulla corsia di sinistra e SoKratis sulla linea mediana al posto del Capitano.
La quarta potrebbe essere una sorpresa dentro Esposito a fare a sportellate con Jaquinta e Amauri dentro l’area di Rigore rossoblu  e spostare Moretti o Bocchetti  al posto di Criscito.
La soluzione giovedì  mattina al  risveglio muscolare .

Juventus: Ferrara con il 4 3 3 contro il Genoa.
Non dovrebbe recuperare Diego che anche oggi ha continuato a fare un lavoro differenziato.
Recuperati Felipe Melo e Salihamdzic.
Rispetto alla partita vinta contro il Livorno, Ferrara potrebbe optare per un Camoranesi affiancato ad Amauri e Juaquinta in attacco , con una mediana muscolare con Marchisio a destra Melo al centro e Poulsen a sinistra.
Ma anche per la Juventus la formazione sarà decisa nella rifinitura di giovedì mattina, la speranza del tecnico juventino  di portare,  almeno,  in panchina Diego è ancora viva.
Saccani di Mantova arbitro di Genoa Juventus