Stampa
19
Apr
2009

CATANIA SAMP 2 A 0 . DORIA RIMASTA A BOGLIASCO

Pin It

Catania Samp 2 a 0. La Samp non è partita per la Sicilia. Samp   rimasta con la testa a Bogliasco in attesa della gara di Coppa Italia di Giovedì prossimo contro l’Inter. L’unico che non aveva  intenzione di  donare nulla , per questioni antiche agli etnei,  era Mazzarri che ha mandato in campo la formazione titolare, alla faccia del turnover previsto da tutti in vista  della gara dell’anno contro Mou.
Mazzarri non ha  optato  per il turnover  ma  i ritmi molto bassi del match non avranno sicuramente  affaticato troppo la squadra titolare  in vista della sfida di San Siro.
Coppa o non Coppa la Samp ha giocato l’ennesima partita indisponente della stagione in trasferta. Gara brutta tra Catania e Samp dove è mancato il ritmo da una parte e dell’altra e se non ci fosse stato il solito errore di scalatura della difesa che ha causato l’ingenuo rigore di Lucchini, probabilmente la partita sarebbe finita con uno squallido risultato ad occhiali.
I tre cambi avvenuti nella ripresa, annunciati per l’inizio gara :  Stankevicius-Franceschini,Dessena-Sammarco,Pieri-Ziegler non hanno cambiato la sostanza del pomeriggio blucerchiato sotto l’Etna. L’unica consolazione, in vista di S.Siro,  il lituano sembrato più voglioso dei compagni al suo rientro in squadra.
Solo Cassano è stato l’unico che ha cercato di cambiare l’esito del risultato,predicando nel deserto. L’altro giocatore da salvare nel pomeriggio siciliano è Castellazzi che ha limitato i danni.
Una sconfitta che la Samp, raggiunta in classifica, temeva visto che a Catania i blucerchiati non ottengono successi dal campionato di B del 1980/81 (l'ultimo strappato per 2-1). Una maledizione maturata ventinove anni fa , che neanche la coppia Cassano-Pazzini è riuscita a spezzare.

A Catania ci si aspettava una Samp che fosse  combattuta  tra la fame di una classifica migliore e il peso di una finale di Coppa ancora da conquistare, ma non così deconcentrata e molle.
Adesso la stagione della Samp e può darsi di Mazzarri si giocherà tutto in una notte, quella di giovedì prossimo, senza il passaggio del turno di Coppa Italia Giovedì a S.Siro , partendo dal 3 a 0 del Ferraris , alla Samp, rimarranno solamente soddisfazioni di Campanile:  troppo poco, lasciando il passato di sfiga  ed infortuni,  per una squadra che nelle ultime quindici gare del campionato ha avuto a disposizione Palombo, Cassano e Pazzini.
Contro l’Inter , la speranza che  Mazzarri riveda la fase difensiva , e se non vuol farlo per tutto l’arco della gara , ci provi almeno i primi quindici  minuti contro Ibra e compagnia, dove non prendere un gol potrebbe essere positivo per l’esito finale della partita.