Stampa
02
Feb
2009

CHIEVO SAMPDORIA 1 A 1 PAZZINI CREA DIFESA DISTRUGGE

Pin It

Chievo Samp 1 a 1 .Occasione persa per i blucerchiati per allontanare definitivamente la zona rossa.  La Samp torna da Verona con un solo punto e poteva sperare qualcosa di più. Il pareggio sintetizza ciò che ha dichiarato Pazzini a fine gara:”la paura di perdere aleggiava troppo”.
La gara ha avuto  due facce, due tempi :  il primo per la Samp  che ha mantenuto il predominio territoriale , ma senza forzare  gli attacchi  ,senza neanche  approfittare del Chievo che giocava  molto basso e non pressava.  Il solito motivo di ogni gara dei blucerchiati in trasferta: bravi a non far giocare gli avversari, ma con un   Cassano, come gli succede spesso fuori dal Ferraris, , che  giocherella  ,  non ispirato,  e con  Pazzini lasciato da solo,  il risultato può essere solamente 0  a 0  , molli ed anche brutti;  sperando sempre che gli avversari non realizzino una rete per primi.
La Samp ha trovato la continuità di risultati, un problema fino adesso, e  per migliorare in trasferta  il discorso vale per tutti, a cominciare proprio da Cassano. Peter Pan,  con le sue perle tra le mura amiche,  fa la differenza.

La Samp contro il Chievo ha chiuso l’emergenza in difesa, con l’arrivo di Ferri e Da Costa, ma contro i clivensi  si è  riaperto   l’s.o.s  a centrocampo :  Del Vecchio uscito  per una brutta botta ,  Palombo uscito con qualche dolore in anticipo e Lucchini rimasto in campo con una caviglia in disordine per non lasciare la squadra  in inferiorità numerica.
Uscito    Del Vecchio dentro Mustacchio ,  il giovane primavera si è distinto solamente  come verve e corsa.

Pazzini crea e la difesa blucerchiata distrugge. Tutto in due minuti come nella gara di andata.
Pazzini in carriera ha segnato poco, ma quando lo  ha fatto,  sono sempre state reti  da applausi.
Al Bentegodi  Pazzini doma un pallone , un lancio a campanile di Palombo, con il petto, e,    con un  tiro di  destro al volo ad incrociare,  fulmina il portiere Sorrentino:  Un gol da “Pazzo”,  il primo in blucerchiato.
2 minuti dopo il gol di Pazzini  la difesa blucerchiata distrugge tutto. Calcio d’angolo per il Chievo e su questo pallone inattivo i giocatori della Samp si dimenticano di ben due calciatori clivensi il primo è Yepes che appoggia di testa a    Rigoni solo davanti a Castellazzi e lo trafigge di testa senza neanche  saltare. . Mazzarri a fine gara deluso dirà: “ chiederò che dopo le nostre reti non dovranno più festeggiare in futuro. Quando segnano , rimangono in trance”.

La Samp da Verona porta via un punto prezioso, importante era allungare sulla zona salvezza  per se stessa e per il carattere, la striscia di risultati positivi. Adesso finalmente una settimana senza partite infra- settimanali  per ricaricare  e le pile, inserire i nuovi, anche se l’emergenza sembra che continuerà e
la speranza che gli incidenti  non siano  nulla di grave per  Del Vecchio ,Palombo e Lucchini usciti malconci dal  Bentegodi.