Stampa
10
Nov
2007

CINICA LA SAMPDORIA BRAVO CASTELLAZZI L'EMPOLI BATTUTO CON UNA TRIPLETTA

Pin It

ll titolo di squadra cinica alla Samp nelle ultime due gare di campionato spetta di diritto. Vince per 3 a 0 contro l’Empoli, la tripletta è la quarta stagionale.   Aiutata dall’autorete di Giacomazzi al 5’ di gioco del primo tempo,  la squadra blucerchiata ha finalizzato al massimo le occasioni capitate tra i piedi dei suoi calciatori,controllando bene il gioco e gli avversari dalla trequarti in giù,verso il proprio portiere. Montella ha chiuso la gara al 40’ del 1 tempo, e Sammarco ha fatto soffrire i tifosi blucerchiati fino al 45’ del 2 tempo,quando ha chiuso la gara con la terza rete.

Cagni  e l’Empoli ci hanno creduto fino alla fine, ma l’ex tecnico blucerchiato e rossoblu, all’inizio non ha osato mandando in campo subito una squadra più guardinga finendo la partita addirittura con 5 attaccanti tra prime punte e fantasisti.
La Samp vince, ma non convince sul piano del gioco, per essere pignoli.
Dopo l’autorete di Giacomazzi si è fatta chiudere nella propria area fino alla rete di Montella, in seguito quando Cagni ha messo in campo la tattica “rischiatutto”, che gli portò fortuna contro la Roma domenica scorsa, non ha saputo approfittare degli enormi spazi a disposizione per chiudere la gara con i Toscani, neanche una parata di Bassi fino al gol di Sammarco al 45’ del secondo tempo.

Cagni dopo la gara con la Roma aveva detto di aver ritrovato lo spirito operario del suo Empoli, ma senza gli operai specializzati Vannucchi e Giovinco, guardati a vista e bene dalla retroguardia sampdoriana difficile che possa fare strada in questo campionato come lo scorso anno.

Oltre i gol ci sono altre positività in casa blucerchiata, Castellazzi in primis, due grandi parate nel secondo tempo non hanno permesso all’Empoli di rientrare in partita, l’altra positività Maggio interpreta bene il ruolo di esterno di centrocampo a destra, non dimentico Bellucci, per 20’ minuti nel primo tempo non ha  acceso la luce e la Samp è rimasta al buio, in seguito il bomber, pur non segnando, a dato assist,corsa e cuore alla causa blucerchiata.

3 a 0 a Cagliari , 3 a 0 all’Empoli, sono di buono auspicio per il lavoro di Mazzarri. La sosta per la nazionale gli permetterà di fare qualche richiamo alla preparazione persa per l’Intertoto questa estate e qualche recupero importante sul piano fisico, non sto parlando di Cassano, ma di Lucchini e Campagnaro in difesa.

Avviso ai naviganti: il ritornello quando entra Cassano e quando giocherà il tridente non dovrà essere la prossima litania blucerchiata. Adesso la Samp deve fare punti, per lo spettacolo ci sarà tempo. Il gioco del calcio è uno sport di squadra collettivo per vincere bisogna sudare,correre tutti assieme. Il terreno di gioco, ne approfitto per segnalare le pessime condizioni del Ferraris,non è un palcoscenico teatrale!

                              www.nostalgia.it            Lino Marmorato