Stampa
27
Ott
2008

CON IL BOLOGNA E' INIZIATO IL NUOVO CAMPIONATO DEL SAMPDORIA

Pin It

Tanto tuono finché  non piovve ! Tutto però era  stato annunciato da Mazzarri  domenica scorsa: con il Bologna inizierà  il nuovo campionato della Samp.Prima vittoria  per la Doria in Campionato, e poco importano  le condizioni del Bologna , contano solamente i tre punti  arrivati puntualmente con la gestione degli attaccanti da parte del tecnico di Livorno.
Prima vittoria ed i  primi 75’ di gioco da parte di Bellucci, forniscono   una buona speranza per pensare  che il periodo negativo dei blucerchiati  (a metterla dentro)    possa essere finito.
Il Bologna con la Samp ha dimostrato che la vittoria con la Lazio di domenica scorsa è stato un fuoco di paglia debole e inconcludente come le precedenti giornate di campionato dove aveva accumulato 5 sconfitte consecutive.
La Samp ha sempre condotto il match, pur senza strafare,  con un Cassano che ha fatto ammattire la retroguardia felsinea quando accelerava.
La Samp ha ritrovato non solo  la coppia d'attacco Cassano-Bellucci,   ma anche Del vecchio,  finalmente  arretrato sulla linea di centrocampo dove rende di più anche in avanti grazie ai suoi tempi d'inserimento.
La squadra di Mazzarri,  pur giocando  in maniera sciolta,  ha difettato  in incisività. La Samp ha dominato il primo tempo,   ma il fatto che non arrivasse  il gol faceva  vedere i fantasmi ai suoi tifosi.  All'11' della ripresa i tifosi della Samp hanno intuito  finalmente,  prima del gol di Del Vecchio,   l'importanza di aver ritrovato una coppia come quella formata da Cassano e Bellucci:  il l talento barese inventa e “ Bello Bello”.  che dal limite dell'area piccola colpisce al volo ,  timbra la traversa.
Il successo con il Bologna non è arrivato per le leggi dei grandi numeri o delle statistiche degli emiliani, ma perché  finalmente la squadra di Mazzarri oltre a fare gioco ha trovato gli  attaccanti a disposizione.
Con Cassano,  Bellucci e Del Vecchio si potrebbe ritrovare qualche altra buona giocata da parte di Padalino in “zona Maggio”.
Per Mazzarri si è rotto l’incantesismo, accompagnato con  il solito refrain :” Sinora avevamo raccolto troppo poco - in rapporto alla cifra di gioco espressa. Sembrava un sortilegio. Speriamo di averlo interrotto, anche se dopo la traversa colpita da Bellucci sullo 0-0 ho temuto che la sfortuna continuasse ad accanirsi su di noi. Antonioli era stato il migliore in campo, la porta pareva stregata”.
In molti sono d’accordo sul gioco prodotto dalla Samp , ma qualche inevitabile legittima considerazione sulla gestione degli attaccanti fino all’  ottava giornata,  potrebbe passare nella testa di qualcuno.
La   Samp con   7 punti in classifica,  per dare continuità al campionato ,   dovrà provare a confermarsi mercoledì sera nella difficilissima trasferta di Roma giallorossa. Difficilissima non perché giocherà contro la Roma, ma contro una Lupa  in crisi,  contestata,  in un’ ambiente difficile.
Provaci Samp, Provaci Cassano:  quando ascolterete l’inno cantato da Venditti , fate conto di ascoltare nuovamente il “Bandiera rossa” di Belgrado di sette giorni prima,  e dopo i conti li farete alla fine, con qualche possibilità di attaccare anche voi qualche pallone all’Albero di Natale di Spalletti, dopo Inter ed Udinese.