Stampa
20
Ago
2007

FINITE LE FERIE PER GENOA E SAMPDORIA SI TORNA A PARLARE DI CALCIO

Pin It
La sorpresa Cassano in casa Sampdoria.
Cassano alla Samp non sarà una scommessa tecnica, sa giocare al calcio. Cassano alla Samp sarà un altro esame dopo Livorno e Reggio Calabria per Walter Mazzarri.

La difficoltà del tecnico livornese sarà quella di riuscire ad inserire nel gruppo il ragazzo di Barivecchia,facendogli digerire l’autorità ,incarnata ,dagli allenatori.
Dopo il “Cassano day” le premesse ci sono tutte e buone. Con l’arroganza del bullo, ma con le, quasi, lacrime agli occhi ha detto “Datemi affetto e tornerò grande,voglio incominciare a fare le cose seriamente. La mia persona era e resta questa, però cercherò di commettere meno errori. Non creerò problemi alla società, rispetterò le regole”. Parole mai dette al suo arrivo a Roma e a Madrid. Cassano ha capito che entro il 15 giugno del prossimo anno saprà  quale sarà il suo futuro :talento o bidone con poco cervello ,non ci saranno mezze misure .
Cassano alla Samp è un successo di Marotta, l’operazione più importante  di questo calcio mercato, fatto di parole . Cessione temporanea dal Real Madrid, che continua a pagare 3 milioni di euro su 4,2 d’ingaggio, con opzione da esercitare entro il giugno 2008.
Operazione d’immagine per Garrone e la Erg. Il petroliere , nel bene o nel male, verrà ricordato come il Presidente che ha riportato Cassano in Italia.
Adesso il responso al campo, dimenticandosi la supponenza,le caricature agli allenatori,gli eccessi alimentari, le corna agli arbitri, i calci alle bandierine, i capricci.
Cassano e Cassano il suo rapporto con le autorità costituite non sarà mai semplice.

Genoa.
Le reti al passivo, le sconfitte, le eliminazioni pesano, anche se qualche volta non sono figlie di quello che si è visto sul terreno di giuoco. Quando gioca il Genoa lo spettacolo è assicurato, in particolare per gli osservatori esterni.
Di Ascoli non preoccupa la sconfitta, avvenuta per errori della quaterna arbitrale, ma la facilità di tirare in porta degli avversari e le grandi  parate di Rubinho.
Genoa  in emergenza difensiva ad una settimana dall’inizio del campionato. Non è una novità vista la preparazione estiva dove la fase difensiva non è stata mai possibile prepararla .
Al Genoa si fanno, giustamente,spot,da parte di tutti di un grifo rompiscatole e rivelazione in questo campionato. Hanno ragione perché  l’intento della dirigenza rossoblu è quella di cercare di fregare questo calcioercato.
Non ci vogliono  sforzi di fantasia da qui al 31 di agosto arriveranno i due giocatori che mancano alla’organico rossoblu: il difensore centrale sinistro e veloce e il centrocampista di peso per fare funzionare al meglio la fase difensiva,per l’ultimo un esterno sinistro all’ultimo minuto.

Arriva il Milan,oltre tutto quello che sta succedendo fuori dal Ferraris, il  Genoa per il suo ritorno in serie A è stato penalizzato dal calendario. Milan l’unica squadra del lotto che non ha bisogno di affiatamento e di un gruppo cementato a vincere e di grande qualità. Al ferraris domenica 26 tra i rossoneri non ci sarà neanche un debuttante in serie A, tra i rossoblu di Gasperini minimo 6.
Forza vecchio balordo.

IN COLLABORAZIONE CON RADIO NOSTALGIA

Lino Marmorato