Stampa
25
Apr
2008

FIORENTINA CONTRO LA SAMP PER LA CHAMPIONS

Pin It

La Fiorentina sabato scorso ha battuto il Palermo per 1 a 0  soffrendo, grazie ad una rasoiata di Donadel e tre grandi parate di Frey  , permettendogli  di fare un altro passo verso la Champions. I difetti della Viola contro i siciliani ,pur non avendo mollato di un millimetro sotto il forcing dei rosanero in 10 per l’espulsione di Rinaudo,, non aver avuto la forza e la lucidità di chiudere la partita. La Fiorentina sta viaggiando verso la Champions con le caratteristiche blucerchiate vincendo nel suo fortino: 6 vittorie consecutive gli ultimi risultati al Franchi.
In questo momento del campionato la Fiorentina non è bella, ma pratica, generosa e determinata, ma il gioco latita perché manca fluidità e velocità. Va avanti a strappi.

La viola anche in Scozia contro i Rangers ha cercato di centellinare le forze per arrivare in fondo alla stagione, ma quando si è accorta che il Diavolo scozzese non era cattivo e solo lo Stadio metteva paura, ha sprecato l’occasione di chiudere questa semifinale, che invece dovrà giocarsela tutta il 1 maggio a Firenze e gli avversari recupereranno due squalificati importanti per il loro gioco. Non è facile per Prandelli  convivere tra Uefa e Champions. La Fiorentina si  sta innervosendo perché tutta questa abbondanza di obiettivi  si sta inventando strada facendo e la squadra non sembra pronta.

La Fiorentina per quanto riguarda il 4 posto quello che porta nell’Europa che conta sarà attesa dall’ultima verifica contro una diretta concorrente  la Samp, e la vittoria scoppiettante dei blucerchiati contro l’Udinese non lascia tranquilli i fiorentini in riva all’Arno, dopo il viaggio in Scozia dove anche dosando le forze dovrà faticare.
Prandelli  l’allenatore della Fiorentina gioca con il 4 3 3  e contro il Palermo non fatto turnover, solamente Montolivo è stato risparmiato per 50’ di gioco.

La formazione che Prandelli schiererà contro la Samp sarà annunciata dallo speaker del Franchi, sicuramente giocheranno,   se avranno recuperate le forze,  la migliore la titolare,con un dubbio in attacco.  Con  Pazzini squalificato, dentro Vieri dal primo minuto, o il giovane Osvaldo.

Ma i problemi dei viola sono a centrocampo con Liverani a secco di benzina ,contro il Palermo i primi 7 passaggi tutti sbagliati, e senza le geometrie  dell’ex Laziale alla Viola manca la profondità per innescare il  genio di Mutu e la forza della prima punta. Se la Fiorentina non sarà aiutata dal Doria formato trasferta avrà  vita dura domenica pomeriggio al Franchi di Firenze.

                                                           Lino Marmorato