Stampa
14
Apr
2011

GENOA A CREMONA TRA PRESENTE E FUTURO

Pin It

Genoa in campo  alle ore 18 a Cremona contro la squadra locale per il Trofeo Luzzara. Premiati Capozucca e Mesto ex calciatore dei grigio rossi. A Pegli rimangono Eduardo, spazio a Perin, Milanetto tra piscina e palestra prova a recuperare per domenica  prossima contro il Brescia, Kucka, quasi a posto ma difficilmente rischiato contro le rondinelle(probabile panchina), Paloschi reduce dalla partita con l’Under 21 di Ferrara. 6 i giovani della Primavera convocati da Ballardini per la partita contro la Cremonese, vista l’emergenza a centrocampo, anche se ci sarà il ritorno di Rafinha(che non gradisce il ruolo) dovrebbe essere arrivato il turno di vedere all’opera Doninelli, play maker della Primavera.
Aprendo Radio(per prima) così nessuno si offende, TV,giornali, Internet tutti i giorni impazza il toto allenatore e il mercato del Genoa si arricchisce di altri giocatori.
Le parole di Preziosi, le ultime a Radio Nostalgia , sembrano entrare da un orecchio ed uscire dall’altro.
Il Patron ha detto: “il futuro ci vede con 87 giocatori , più Birsa e Ze Eduardo. Adesso bisogna scegliere i 18 più bravi ed aggiungere 6 giovani in giro per l’Italia e la Primavera.  Nessun stravolgimento in futuro  e terrò fede alle parole dette a gennaio. Ripeto nessun  stravolgimento ed i tifosi sono gli unici ad averlo  capito.
E’ arrivato il momento di far giocare i giovani che alleviamo da tre  o quattro anni.
Un esempio per tutti il Napoli è 2°  in classifica e la Lazio 4°  in graduatoria, cambiando solamente un giocatore rispetto alla rosa dello  scorso anno”.
Dopo queste parole di Preziosi sarebbe meglio augurare buon lavoro a Capozucca che dovrà essere come nel passato abile nel vendere calciatori, più che acquistare .
I grandi movimenti di mercato rossoblu saranno condizionati dalle uscite delle “stelle” opache arrivate in questo  campionato  , come tanti calciatori arrivati nel campionato italiano  al primo anno:  la valutazione sul seguito in rossoblu  o  la svendita  non  sarà facile.
Alla luce delle parole e del programma futuro  Preziosi chi sarà l’allenatore della prossima stagione ,senza fare  percentuali ? Basta vedere il trend passato  di tutti gli allenatori alla griglia di partenza alla guida del Grifo prossimamente   e  centrare la risposta non dovrebbe essere difficile.
L’altro argomento caldo è l’antagonismo derby. Preziosi e i giocatori del Genoa hanno le idee chiare. Vogliono vincere  le partite che si disputeranno al Ferraris fino alla fine del Campionato  non vogliono  fare favori a nessuno, sono al corrente  che per vincere  scudetti , andare in Champions e  in E.L. e salvarsi  bisogna fare dei  gol … e non sperare nelle  vittorie degli altri.
In casa rossoblu al quartiere generale non hanno più intenzione vivere di sole  stracittadine  e dopo aver  vinto il Derby, grande soddisfazione,  aver fatto la stagione.
Per tutti è arrivato il momento di raccogliere  tutto il lavoro seminato negli anni passati e la speranza nel prossimo futuro di ottenere rose senza spine nel maggio 2012. ( LINO MARMORATO)