Stampa
04
Mar
2007

GENOA ALLA DARIO ARGENTO: TRE PUNTI D'ORO PER LA CLASSIFICA

Pin It

GOL DE ROSAVince con il Lecce a due minuti dal termine, ma vince meritamente per quello che ha fatto in più sul terreno di gioco dei salentini. Qualcuno dirà perché erano 9 contro 11 per 10 minuti..Troppo tardi aggiungo io perché in inferiorità numerica i leccesi doveva finire molto prima. Pessima gara del messinese Herberg, che ha penalizzato ambedue le squadre. Solita gara del vecchio balordo alla Dario Argento. Rigori e gol fatti sbagliati, adrenalina allo stato puro per i presenti al Ferraris.

Importanti i tre punti conquistati da Gasperini contro Papadopulo, 3 punti quasi d’oro per la classifica, per il morale, né il Mister e si suoi ragazzi si meritavano il pareggio,anche se la partita non è stata giocata al meglio dai rossoblu, contro un Lecce, coriaceo più portato a rompere, con qualsiasi mezzo, che ha costruire.

Il progetto di Gasperini avere, creare una squadra in cui ogni giocatore abbia compiti importanti sia in fase difensiva che offensiva e riuscita in parte, ma la collaborazione, di vecchie partite fra i giocatori, con pressing e con qualcuno che ha ritrovato la gamba e la corsa è sa sottolineare,fra tutti Fabiano, è quasi riuscita.

Il difficile in questo momento per Gasperini coniugare calcio offensivo con la perforabilità della difesa. Siamo stati critici, ma bisogna dare a Gasperini quello che è di Gasperini, la mossa di Stellini schierato a destra finche è stato in campo è stata una mossa vincente. Stellini in campo ha coperto le scorribande di De Rosa, attaccante aggiunto. Il Barese calciatore in più di questo grifo , oltre segnare il gol decisivo, quando gioca bene gioca tutto il vecchio balordo.

Il Gaspe dopo dopo Piacenza aveva detto basta esperimenti , il rodaggio è finito. Con l’appoggio della Società è l’aiuto di Pastorello lo ha messo in atto senza guardare in faccia nessuno.

Lasciando in panca Leon nella prima parte, ma per il genio del Genio, il tecnico dovrà studiare soluzioni specialmente in casa, cambiando Di Vaio che migliora di gara in gara ma sembra avere il braccino corto come il tennista, colpendo sempre debolmente il pallone anche nelle conclusioni più ghiotte.

Gasperini è stato di parola, alla vigilia aveva detto Genoa alla Napoli difesa a tre, centrocampo folto, non diciamo a cinque altrimenti si arrabbia, risultato positivo a favore nei minuti finali pur non giocando al meglio.

Contro l’Arezzo sabato saranno assenti De Rosa e Fabiano squalificati, importa poco, l’importante aver ritrovato il bandolo della matassa rossoblu.

                          www.nostalgia.itLino Marmorato