Stampa
30
Nov
2011

Genoa. Arriva il diavolo rossonero

Pin It

altDopo l’ennesima fiducia , neanche fosse il governo, Malesani si è buttato con ancor più lena sulla partita di Venerdì prossimo contro il Milan. Malesani è stimolato dall’arrivo del diavolo rossonero e l’aria delle scommesse che danno, senza scampo, perdente il Genoa lo pungola ancor

di più. L ’ultima partita giocata dal Milan contro il Chievo, sarà vivisezionata e potrebbe dare importanti chiarimenti sul piano tattico e comportamentale che porta ad una sola considerazione : contro gli uomini di Allegri non si può sbagliare nessun tipo di impostazione . Sorrentino il portiere del Chievo ha preso 4 gol in un solo tempo, perché i suoi compagni si sono addormentati. Sulle corsie laterali Abate e Antonini del Milan hanno trovato praterie, i centrali difensivi veneti sono stati imbarazzanti come hanno affrontato Ibra e Pato. A tutto ciò bisogna aggiungere che una delle prime volte in questo campionato il centrocampo rossonero si è trovato davanti il nulla, e in attacco Pellissier oltre essere orfano del compagno,

mai una volta ha dato la profondità per mettere in difficoltà i centrali della difesa rossoneri che trovandosi liberi da marcature si sono trasformati in centrocampisti aggiunti. Dopo questa prestazione contro i clivensi , i ragazzi di Allegri, sono stati elevati dai media, alla ennesima potenza per la concentrazione, la rapidità e per nulla stanchi dopo la partita di Champions con il Barcellona. A Pegli nessuno si illude di trovare un Milan diverso rispetto alla gara con il Chievo, ma qualcuno si chiede fu vera gloria o tanti meriti vanno ai clivensi schierati in modo sconcertante in casa del Diavolo ? A Barcellona , dopo che hanno perso in campionato in casa del Getafe,(derby di Barcellona), per mancanze di forze fisiche, dopo la sfida di S.Siro, direbbero di si ! Abbiamo cercato di svincolare sul Diavolo rossonero, per farci e fare coraggio . Malesani è convinto che il “Diavolo fa le pentole e non i coperchi”, e per tale motivo Venerdì sera probabilmente cambierà assetto tattico . Potrebbe riproporre quello visto contro la Juventus e la Roma , ma ancora più chiuso giocando con una linea “Maginot” con Granqvist, Dainelli, Kalazde e Moretti, un centrocampo mobile supportato in fase di non possesso da Jankovic e Pratto unica punta pronto a scorazzare in profondità come quando gli accadeva ,visto in Tv, nelle sfide in Coppa Libertadores giocando nell’Università Catolica del Cile contro gli squadroni brasiliani e argentini. D’altronde il Milan nelle precedenti trasferte in questo campionato non ha fatto sfracelli come a S.Siro , perdendo 2 partite, vincendone 2 e pareggiandone una e con un altro dato da prendere in considerazione: fuori casa ha realizzato 8 reti subendone 10, al Meazza ha realizzato 19 gol incassandone solamente 4.

A Malesani non dispiacerebbe , se avesse il benestare dei medici, portarsi Ze Eduardo in panchina. Un’ altro modulo che piace a Malesani e al Presidente Preziosi è il 3 5 2, schieramento tattico da valutare perché ancora quasi vergine in casa rossoblu. Quello visto contro il Cesena, deve migliorare: nella fase di contenimento, nell’aumento di pressing, non aspettare l’avversario e concedergli fetta di campo lasciando i centrocampisti avversari liberi di fornire gli attaccanti con facilità . Malesani è bravo ad utilizzare questa identità tattica , lo ha dimostrato in passato, ma per ottenere risultati deve lavorare sul singolo giocatore, specialmente in difesa oltre che sul complesso. Il 3 5 2 è un modulo tattico che deve coinvolgere tutta la squadra e visto che la prima volta in una gara ufficiale è stato utilizzato domenica scorsa , difficile adoperarlo contro Ibra Pato, Robinho, Seedorf , per la seconda con solo 7 giorni di didattica e lavoro. Ma mai dire mai, dopo che Malesani dato perdente al 100% con il Siena contro l’Udinese delle meraviglie del 3 4 3, schierò un 4 2 1 3, che all’inizio scatenò al Franchi osservazioni da disastro, ma alla fine anche soffrendo e vincendo, ebbe un titolo il giorno dopo della rosea su quattro colonne : “la Lucida follia del “Male”. ( lino marmorato)