Stampa
17
Dic
2011

Verso Genoa Bologna

Pin It

altPartiamo dagli avversari del Grifone. Il Bologna si presenterà al Ferraris al gran completo. Il tecnico Pioli ha soloproblemi di abbondanza e per fare l’allenamento del giovedì e la consueta partita ha messo in atto un torneo ad tre squadre, ad undici calciatori

con tempi da 45’ di giuoco. Il Bologna giocherà contro il Grifo con la formazione che domenica scorsa, con la cura Pioli il ha fatto tremare il Milan con il 4 3 2 1 e con Di Vaio libero di svariare, senza l’appoggio di Acquafresca in panchina, di tornare al gol. Malesani come affronterà il Bologna , che conosce bene e da dove riceve sempre complimenti di stima da parte di tutti ma soprattutto dei giocatori ? Mercoledì è stato Di Vaio , ieri Garics. Una squadra che gioca con il 4 3 2 1 , falso, perché Diamanti è in grado di fare anche l’esterno, il tecnico genoano potrebbe optare per il 3 5 2 o 3 4 1 2 . Improprio dire difesa a tre , perché in fase difensiva si trasformerà a cinque. Per far funzionare questo modulo tattico e contro una squadra che schiera due trequartisti ed una sola punta, potrebbero essere tre le condizioni perché possa marciare bene : gli esterni devono essere in grado di fare bene le due fasi di giuoco e al Genoa ci sono (Rossi e Mesto o Moretti); colui che giocherà al centro della difesa dovrà avere le qualità del vecchio libero , essere abile a chiudere in ultima battuta, ma soprattutto uscire incontro ai due fantasisti quando si inseriscono; la terza la principale è il pressing asfissiante per non permettere agli avversari di centrocampo avere spazi a disposizione per fornire gli avanti con facilità e tranquillità. Qualcuno si chiederà è il momento di Jorquera e Seymour ? Sarà difficile. Entrambi non sono ancora entrati nei ritmi del campionato italiano . Jorquera non ha il passo , l’interdizione ed potrebbe essere devastante solo negli ultimi venti minuti di gara con gli avversari stanchi e per necessità. Jorquera è anche sfortunato, non per colpa sua, nel centrocampo del Grifone attualmente l’unico a portare pressing ed interdizione è Marco Rossi, tutti gli altri hanno delle difficoltà. Il Cileno con il Kucka dello scorso anno , da tutti definito carro- armato , probabilmente avrebbe trovato più spazio perché coperto con la corsa e con il fisico dello slovacco.

La verifica sono i tabellini delle precedenti gare con Kucka in campo Jorquera ha spesse volte giocato dal primo minuto di giuoco. Seymour per adesso, oltre essere troppo elementare il suo giuoco per il campionato italiano deve crescere in peso ed intensità. Qualcuno mi darà del pazzo, non è un problema, è la verità sono un “secchione” del calcio, leggo, mi informo di tattica e guardo tante partite. Queste mie considerazioni, felice di sbagliarmi per adesso e non per il futuro, mi giungono dopo aver visto nuovamente la partita del Genoa a Parma con Jorquera in campo e quella con il Bari in Coppa Italia con Seymour in campo dal primo minuto, dove il Grifo ha sofferto a centrocampo


la fisicità e la corsa degli avversari. Non essendo un visionario per partito preso, non dimentico anche la miglior partita di Jorquera contro il Catania e i suoi assist a Palacio , che confermano le mie considerazioni : Kucka giocò la sua miglior partita di questo campionato. Agli emiliani domenica pomeriggio al Ferraris non mancherà forza, intensità ed interdizione con : Mundigay, Kone e Casarini. Se Malesani opterà per il 3 4 1 2 avrà due ballottaggi uno sulla corsia laterale tra Moretti e Mesto, e in attacco tra Caracciolo e Pratto compagno di Ze Eduardo, con il 3 5 2 probabile riposo per Merkel. Arbitra Giannoccaro di Lecce , l’ultima gara diretta con i rossoblu 3 a 0 al Catania al Ferraris, correva la quarta giornata di campionato il 21 settembre 2012. Mercato: E’ da Martedì che annunciò il nuovo “puntale” rossoblu nell’Albero di Natale. Non ho più fatto il nome per cercare di salvaguardare una trattativa , buona ed interessante visto il passato del giocatore a favore del Genoa. L’attaccante è Gignac del O.M. Marsiglia, già annunciato 2 settimane fa e da pochi creduto. La cronaca o meglio la barzelletta su Gignac che avvalorava la mia indiscrezione delle settimane precedenti. Martedi’ sera , al termine di Genoa Inter, aggirandomi nella zona mista del Ferraris vidi una persona , vestita casual, un armadio, accompagnato da un altro, con barba incolta che mi dava l’impressione di essere Gignac. Da dietro, con la mia consueta pazzia dissi: “Gignac”. Lui preso di sorpresa mi disse “oui” , dopo mi fece capire di non dire nulla della sua presenza. Per il bene del Genoa: obbedii. Gignac ha patito un infortunio all’inizio del mese di dicembre. Il Genoa , come sempre con tutti i giocatori in arrivo, farà i consueti approfonditi accertamenti sanitari. I vertici rossoblu sono convinti di essere sulla strada giusta con l’ingaggio del bomber e infatti probabilmente non hanno perso tempo mettendo i propri mezzi “Preziosi” di trasporto per fargli fare un “blitz” andata e ritorno, durante la partita Genoa Inter. Per definire un contratto o mangiar un piatto di trenette al pesto ? (lino marmorato9 table border="0">