Stampa
27
Apr
2012

Genoa,:mezzogiorno di fuoco contro il Bologna

Pin It

alt De Canio dopo la sconfitta contro il Milan non nasconde l il Genoa , portandolo al Pio Signorini  ad allenarsi. “I calciatori si devono scontrare con la realtà che vivono i tifosi , non aver paura e non scappare dalle loro responsabilità” , è stato il messaggio del terzo tecnico sulla

panchina rossoblu al termine di Milan Genoa. De Canio alla squadra ha chiesto di dare una risposta per dimostrare il loro valore, di mostrare di aver orgoglio e credere nella salvezza e la prestazione contro il Milan può dare fiducia per questo finale di campionato non solo agli addetti ai lavori , ma anche a tutti i tifosi. De Canio ieri a Pegli ha chiesto alla squadra di isolarsi dalle polemiche, dalle ripicche, che nulla hanno da fare con una partita di calcio. Ripeto fino al 13 Maggio se si vuole bene la Genoa bisognerebbe tutti unirsi alla richiesta del tecnico rossoblu.
La posta in palio contro il Bologna all’ora di pranzo è importante per il Vecchio Balordo, al quale servirebbe una vittoria. Per tale motivo De Canio cambierà tatticamente il 4 5 1 visto a S. Siro. Il tecnico in modo intelligente è consapevole che giocare da “piccola e provinciale contro il Milan era l’unico modo per fermare il Diavolo , ma contro il Bologna bisognerà avere più coraggio. Contro i felsinei cambierà modulo e atteggiamento, ma finalmente potrà contare sulla prestazione di qualche protagonista di S.Siro. Kalazde all’altezza della situazione, Granqvist che ha vinto quasi tutti i duelli con Ibra, Sculli che dovrà essere esempio per tutti per la gara di interessante fattura e grande sacrificio , Biondini sempre prezioso in fase di contenimento , Kucka ritrovato e reattivo , Belluschi che da ordine e mette anche i muscoli contro i giganti, finalmente Birsa che non sarà ricordato come un “pacco” svariando su tutto l’arco offensivo.
Contro il Bologna dovrebbe tornare al suo modulo antico e preferito il 4 2 3 1 però in grado di alzare e abbassare i tre alle spalle dell’unica punta. De Canio per questo finale di campionato non farà invenzioni, rivoluzioni, sperimentazioni giocherà con una difesa a quattro, una sola punta di riferimento, qualità in dosi massicce tra centrocampo e trequarti, ma tutto per funzionare dovrà adattarlo inevitabilmente al materiale a disposizione. De Canio per fare un buon pranzo al Dall’Ara di Bologna dovrà ritrovare Gilardino dei tempi viola, e per sopperire a qualche carenza fisica della truppa , lascerà il campo aperto a qualsiasi soluzione anche in corso di partita. Rientrano Mesto e Rossi, giocatori che il tecnico conosce bene. Il capitano e i suoi tagli con 8 reti fecero le fortune del tecnico lucano alla sua prima esperienza in rossoblu.

Per la formazione c’è meno curiosità rispetto al passato, quella di S.Siro con Sculli terzino che alla vigilia tutti lo schieravano in altre parti del terreno di giuoco ne è la prova : la vittoria è importante e sarà l’unica cosa che conterà per il Vecchio Balordo nello sprint salvezza di questo campionato difficile e strano, causa scommessopoli che attiva anche squadre retrocesse come Cesena e Novara , ma speranzose della giustizia sportiva, anche se da Roma, da Radio… Figc , arrivano voci che solamente Milan, Inter, Fiorentina e Juventus sono le uniche squadre, non implicate nel calcio scommesse dello scorso anno , sotto mirino delle Procure di Cremona e di Bari. Nulla cambia nel calcio italiano quantunque i processi le indagini siano all’ordine del giorno. Il gol beccato dal portiere del Siena mercoledì scorso in tempi passati avrebbe creato … bocche dolci. Nulla è cambiato nel giudizio delle partite da parte degli organi di stampa nazionali.

Su Milan Genoa sono stati messi più in risalto i demeriti del Milan che i meriti del Genoa. Qualcosa cambierà per De Canio nelle prossime partite. Il SUO (giusto metterlo in maiuscolo) secondo Genoa della carriera , è stato una squadra coesa in tutte le componenti tattiche ed umane, messa in campo in tre giorni con un solo obiettivo non prenderle. Il difficile tuttavia arriva da oggi : bisognerà fare anche gol per salvarsi ! ( lino marmorato)