Stampa
07
Set
2009

GENOA CALCIO. BUON COMPLEANNO VECCHIO BALORDO

Pin It

Buon compleanno Vecchio Balordo . 116 anni e non dimostrarli la Tua forza attuale. Sotto la Lanterna si gode il primato in classifica in questo campionato 2009/2010 iniziato da appena due giornate. Per molti statistici è un evento raro vedere le due squadre genovesi guidare il campionato italiano di calcio.
Questa settimana di pausa per impegni internazionali, ha fatto capire  al calcio italiano che Genoa e Samp in testa alla classifica non sono  un miracolo.
Samp e Genoa stazionano nei piani alti della classifica da qualche anno e i risultati conseguiti negli  scorsi  anni,  ne sono la prova.
La Samp è prima in classifica con il bilancio sotto controllo, il Genoa , pur avendo sacrificato Milito e Motta, ma neanche questi sono miracoli.
La forza di Garrone e quella di avere Marotta , uomo di calcio, ma anche uomo di società;  la forza di Preziosi è avere Gasperini, l’allenatore che ricava il massimo dai giocatori a disposizione, come Rocco e Capello ed anche Bagnoli.
Nella settimana che porta alla terza giornata di campionato si è parlato molto di Nazionale, lo stellone che accompagna Lippi è sempre fulgido, per giugno prossimo dovrà trovare anche un  gioco. La fortuna e le autoreti nel calcio non portano lontano.
Contro la Georgia sabato scorso ancora Genova calcistica alla ribalta, le due autoreti di Kaladze  sono state causate da tiri di Palombo e Criscito.
Probabilmente anche Lippi avrà capito che contro la Georgia bastava avere la fantasia(Cassano) per non vincere con due autoreti.
A proposito delle due autoreti georgiane,  del giocatore milanista, con la Georgia  ultima in classifica nel gruppo 8, con 3  punti su otto gare ,   se fossero avvenute nel campionato italiano, quanti sospetti avrebbero suscitato ?
L’altro argomento caldo nella settimana che porta al ritorno del campionato è la “Tessera del Tifoso”. Gli  ultras sono giustamente, spalleggiati oltre che da  altri osservatori anche da Marcello Lippi che parlando di “ghettizzazione” ha espresso la parola migliore per definire la Tessera del tifoso.
Ma il Ministro Maroni,  probabilmente, come è successo per altri provvedimenti politici andrà contro tutti e tutto,  ed entro gennaio le società di calcio dovranno adattarsi.
La forza degli ultras, se il decreto andrà avanti,  sarà quella di far capire, attraverso proteste civili,  che non sono loro  a creare   “violenza” dentro gli stadi, proteste ma le  leggi inique formulate fino adesso dalla politica italiana . Leggi che  per molti hanno fatto calare gli incidenti negli stadi, ma per tanti altri,   ci sono meno incidenti perché è calato molto di più il pubblico che va allo stadio.  
A quel punto, con la tessera del tifoso,  sarà curioso vedere se i campi di calcio si riempiranno nuovamente di famiglie o la politica fatta più per sottrazione che per addizione ridurrà lo spettacolo calcio  veramente solo davanti alla televisione, con gli stadi ancor più vuoti e muti  ,  senza neanche la voce degli ultras.
Domenica prossima terza giornata di campionato, Samp e Genoa per confermarsi in testa alla classifica.
Del Neri e la Samp contro l’Atalanta, e  il suo 4 4 1 1 , moduli tattici che dipendono dai loro fantasisti Cassano e Doni. La Dea atalantina, sull’orlo di una contestazione da parte dei propri tifosi.
Due partite due sconfitte( fuori con la la Lazio e con il Genoa in casa) non sono state digerite dai tifosi orobici ed anche dalla società. Tutti aspettano Del Neri e la Samp, per ripartire e non bucare due partite casalinghe consecutive.
Il Genoa contro il Napoli reduce dalla vittoria contro il Livorno all’ultima di campionato. Nulla di nuovo si troverà di fronte Gasperini da parte di Donadoni il solito 3 5 2 , con qualche attore diverso.
Quagliarella cuore del Ciuccio su tutti, autore di due reti su tre realizzate ai labronici .
Ma il Napoli contro la squadra di Spinelli per una volta oltre S.Gennaro deve ringraziare anche De Sanctis il suo portiere autore di tre miracoli calcistici  su Lucarelli, centravanti del Livorno e compagnia.
Molta attenzione e curiosità da parte degli osservatori sulle tre settimane di fuoco che dovrà affrontare Gasperini e il suo Genoa.  7 partite (5 di campionato e due di European League) non spaventano il Grifo, conoscevamo  il calendario già dallo scorso giugno, ripetono all’unisono al Pio Gasperini e il suo staff. 
Gasperini spera di recuperare qualche giocatore: Floccari, Crespo,Kharja e Juric dovrebbero essere pronti per il Napoli, Bocchetti per la prima sfida del girone di E.L. contro lo Slavia Praga, per utilizzare la sola unica medicina che conosce il tecnico di Grugliasco vincere facendo il proprio gioco, utilizzando un buon turnover.
Medicina giusta se usata nelle giuste dosi,  e poco utilizzata dalle  squadre italiane che hanno partecipato in precedenza alle altre competizioni europee.
Tutta la rosa a disposizione di Gasperini è consapevole che il Genoa non sarà mai salvato dalle individualità dei giocatori(succedeva anche lo scorso anno), ma dal suo credo tattico avere undici giocatori attivi dietro e davanti alla linea del pallone.
Altro argomento caldo il ritorno di Palladino, la speranza di tutti di riverderlo al Pio Signorini in settimana.
Domani la Primavera di Chiappino al Barbera di Palermo si giocherà la Supercoppa di categoria contro il Palermo.
Un  altro segno , non del destino, perché Samp (vincitrice di Coppa Italia e Campionato Primavera lo scorso anno) e Genoa(vincitore di Coppa Italia e finalista del Campionato Primavera quest’anno) sono in testa alla classifica del campionato 2009/2010, anche se solamente dopo due giornate di campionato;  e sempre bene sottolinearlo , volare con la fantasia nel calcio non porta lontano.  

                                                             Lino Marmorato