Stampa
03
Nov
2011

Malesani ha iniziato le prove del "cuoco".

Pin It

altAllenamento ad alta energia al Pio Signorini. 2 ore tirate di allenamento. Malesani è convinto che non contano i doppi allenamenti ma quelli ad alta intensità, seguiti da un buon riposo. Mezz’ora di palestra, a

 seguire: partite a campo intero, ridotto e mini. Dainelli dovrebbe recuperare contro l’Inter ai box Ze Eduardo e Kalazde. Malesani hagià nella testa come affrontare l’Inter, orfana sulle corsie laterali di Maicon ed anche Nagatomo e il 4 3 1 2 di Ranieri. In Champions l’Inter ha vinto contro il Lille, con la squadra, del triplete(assente solo Eto’o). Inter pratica, doveva vincere, ma non sembra aver risolto i problemi di tenuta fisica e tattica. Malesani dovrà scegliere contro il biscione se è meglio scegliere un Grifo, duttile, mutevole, con un calcio totale o uno opportunistico. Tre le soluzioni per il tecnico rossoblu:

1) il Genoa che ha pareggiato con la Juventus, che ha vinto contro la Roma, ma anche che ha perso contro la Fiorentina . In tutte e tre le partite la differenza è stata fatta dai gol realizzati e da quelli sbagliati. 2) Il Genoa sfrontato con Jorquera alle spalle di Palacio e Caracciolo con Rossi Veloso Merkel a centrocampo. 3) Un altro Genoa con un 4 3 3 di movimento e flessibile con il solito centrocampo composto da Rossi, Veloso e Merkel ed un attacco con Birsa , Palacio e Jankovic. Per difesa solo un dubbio Moretti o Granqvist, con il primo favorito.
La domanda che frulla nella testa di Malesani potrebbe essere questa: contro l’Inter al Genoa rende difendersi in molti dietro la linea del pallone e attaccare con pochi o viceversa ? Come sempre, gli allenatori sono importanti , ma alla fine contano i calciatori e quello che fanno. Goleada della Primavera rossoblu 7 a 0 in casa del Torino per gli ottavi di andata della Coppa Italia . ( Lino marmorato)