Stampa
12
Apr
2012

Genoa vicino alle sabbie mobili

Pin It

altGenoa Cesena1 a1 : Classifica barcollante , incubo retrocessione. Tifoseria inferocita, squadra assediata negli spogliatoi. Malesani sbaglia il primo bonus 2 puntiinvece dei 4 preventivativi con Novara e Cesena. I risultati del Lecce non calcolati da nessuno. I guai del Genoa arrivano da

lontano , ma i problemi sono vicini e per non affondare del tutto , appigliandosi a tutta la genoanità è meglio provare tutti a remare dalla stessa parte. Vista la classifica non solo il Genoa è nelle sabbie mobili . Vedere e giudicare il calcio non è mai facile, figurarsi il Genoa di questo campionato. Nel Genoa non si susseguono gli schemi ora previsti ora del tutto improvvisati nell’alterna vicenda di una partita. Gli schemi del Genoa non vengono mai influenzati dalla fantasia inventiva , dall’abilità specifica e dalla condizione psico-fisica dei calciatori e dal senso tattico dei tecnici che li dirigono, ma dallo stato d’animo dei giocatori e del tecnico.

Il Genoa gioca con la paura addosso e le sue partite anche prima della disfatta di Napoli sono sempre state un piccolo dramma , anche nelle uniche vittorie e nei pareggi. Il Genoa 2011/2012 difficilmente sul terreno di giuoco ha messo in mostra dell’agonismo virile, senso tattico ed eleganza di temi tattici e tecnici sviluppati da un singolo giocatore,eccetto le parate di Frey e i gol di Palacio, o dal complesso della squadra. Gli allenatori del Genoa hanno dato sempre la sensazione di non essere padroni di se stessi, la loro incertezza è sempre stato uno sbaglio. Tatticamente il Genoa 2011 2012 è una squadra difficile da assemblare, per di più Malesani e Marino hanno sempre utilizzato la metà della rosa a disposizione. I guai in possesso di pallone tante volte sono stati risolti da Palacio, ma quelli in fase di non possesso sembrano non aver fine. Anche Mutu, ha approfittato per la seconda volta in questo campionato ad uccellare Frey, prendendo la mira e se a Cesena è stata colpa di un triangolo largo, al Ferraris quella di un triangolo stretto: Mesto a coprire la diagonale vicina ai centrali senza limitare il raggio d’azione del rumeno non controllando la zona pericolosa. Difesa del Genoa in tutto il campionato quasi sempre in apnea: come dei principianti si sono sempre fatti attrarre dal pallone.

Malesani oltre sbagliare il bonus con due squadre retrocesse contro il Cesena non ha letto bene la partita . Con l’ingresso di Del Nero e il suo posizionamento tra le linee rossoblu , il tecnico del Genoa doveva semplicemente fare uscire Mesto in serata no facendo entrare Carvalho per tentare di tenere il risultato. Tatticamente il 4 3 3 è monco di Palacio , il 4 4 2 anche, se non schieri un terzino di ruolo, a Malesani rimane solamente da provare, come a Marino in precedenza il 3 5 2 di peso e sostanza. Anzi Marino in piena emergenza lo ha utilizzato contro l’Udinese vincendo e dopo lo ha abbandonato. Altro errore di entrambi i tecnici nelle ultime partite allontanare Palacio dalle difese avversarie. Gilardino è un caso da risolvere alla svelta. Difficile privarsene per un semplice motivo l’ultima vittoria del Genoa risale al 5 febbraio controla Lazio. La settimana successiva il Ko del bomber di Biella e la luce non si è più riaccesa e il Grifone non ha più vinto una gara. Malesani ha parlato anche di condizione fisica non al Top. Trovarne adesso le cause è tardi: colpa della preparazione estiva? Ma durante la sosta natalizia con Marino non vi era stato un richiamo pesante sul piano atletico ? Malesani in conferenza stampa ha detto che a Milano sabato ci saranno cambiamenti. Importante che non siano tipo Napoli…ma effettuati con raziocinio e testa. Per uscire dalle sabbie mobili c’è un solo rimedio : unità da parte di tutti ! Se si vuole bene al Genoa mettere da parte tutti gli “ego” personali da parte dei media. Non spaventare ancor di più i calciatori da parte della tifoseria con delle manifestazioni anche se dettate dalla rabbia e dal cuore.
Solo un mese di pazienza da parte di tutti e dopo la speranza di una fare un processo al Vecchio Balordo , ma in serie A. ( lino marmorato)