Stampa
10
Set
2007

GENOA CIOCCOLATO DOLCE PER FIGUEROA

Pin It
Era stato il colpo di Preziosi . il regalo del Joker di due anni fa ai tifosi del Genoa .
Lucho Figueroa  si è materializzato in svizzera dopo 29 mesi lontano da una gara ufficiale, non conta  la prestazione di Vado dello scorso anno, per regalarsi al Vecchio Balordo per il 114 compleanno.
Ha giocato novanta minuti contro gli svizzeri del Lugano, ha fatto un gol d’autore da 25 metri, ma conta poco,  il delantero per rendere al meglio in una partita del Campionato di serie A deve lavorare e giocare per ancora un po’ di tempo ai margini del Campionato.
Niente  sogni pindarici Lucho nelle prossime partite potrà essere utile in panchina, e utilizzarlo quando le squadre avversarie saranno in debito di ossigeno,ultimo quarto d’ora se dovesse servire.
Figueroa è uno che vive per il gol, ogni suo movimento dentro l’aerea di rigore e finalizzato alla rete, quando i palloni arrivano sul primo palo in allenamento a Pegli nelle partitelle in famiglie arriva sempre prima  lui.
In Svizzera non solo Figueroa ma anche Bovo e Coppola sulla strada del recupero, e il giovane Ghinassi che ha fatto vedere,sempre da tener conto il tipo di gara, buona personalità e tecnica calcistica da centrale difensivo.
Gasperini ha provato anche vari schemi per il centrocampo rossoblu, per qualche minuto anche il 3 5 2  che darebbe concrete possibilità a Milanetto di dirigere l’orchestra rossoblu.
Gasperini è contento,  ma manda anche un messaggio ai naviganti rossoblu di penna , di dito di parola, non solo addetti ai lavori : “questo Genoa ha tecnica, corsa e velocità per dare delle soddisfazioni, specie se non verrà sottoposto ad eccessive pressioni,sottolineando con il tono della voce pressioni”

IN COLLABORAZIONE CON RADIO NOSTALGIA

Lino Marmorato