Stampa
11
Apr
2007

GENOA CONCENTRATO IN ATTESA DEL BOLOGNA

Pin It

Batte forte il cuore del vecchio balordo prima dell’esame non decisivo ma quasi contro il Bologna di Venerdi sera,per capirlo basta guardare gli occhi dei giocatori  all’arrivo a Pegli sulle loro macchine, sorridenti, spensierati ma concentrati, chi gli chiede notizie sulla gara contro i felsinei rispondono con sguardo forte e cattivo. Sono consapevoli di non  essere in una botte di ferro, ma con  le tre vittorie consecutive si sono resi conto che in questa primavera hanno fatto più strada di quanto pensassero.

Il grifo non è più una squadra in balia degli eventi e della qualità  di qualche giocatore, è una squadra matura che sta alla pari con tutte e non si pone dei limiti, almeno per ora !
Il Genoa sta bene di testa, tutto ciò non si può dire del Bologna. In una settimana gli è crollato il mondo addosso o quasi, al di là dei proclami la sconfitta con  il Napoli ha lasciato il segno, e l’odore  di ultima spiaggia per chi non vede il mare,  spaventa!

Si è giocato Juve Napoli, ha vinto la Juve con le armi a sua disposizione, basta guardare gli h.l.
Nevded, Camoranesi, Del Piero ,assenti questi ultimi due con l’Albinoleffe hanno fatto la differenza, tra due squadre che non mettono mai in evidenza sprazzi di buon gioco collettivo.
Da Bologna allenamenti a porte chiuse,giungono voci di recupero di alcuni giocatori Danevilcius su tutti, ma Bellucci continua a svolgere lavoro differenziato con Mingazzini.

Sale la febbre per la gara dei 16 scudetti di Venerdi sera. I rossoblu genoani sono chiamati al Ferraris, per i più vecchi al ricordo di quello scippato durante la 2° guerra mondiale, per gli altri lo scippo della gara di andata di 3 a 1 con gollonzi .Il grifo contro il Bologna  deve vincere almeno con due gol di scarto per mettere a posto anche il tabellino della differenza reti, alla fine di questa B,conterà tutto .

                                 www.nostalgia.it    Lino Marmorato