Stampa
08
Set
2011

GENOA: dopo la festa si pensa all'Atalanta.

Pin It

alt Meno tre all’inizio del Campionato, dopo i festeggiamenti per 118 anni del Grifone, tutta la concentrazione è fresca neiconfronti dell’Atalanta. Malesani tra sudore e storia dentro la Fondazione del Genoa, ha già fatto

il punto sulla partita contro gli orobici. La squadra è carica, nella testa del tecnico è bella e pronta: solamente una x. Difficilmente verrà rischiato Dainelli(in panchina) con Bovo pronto a sostituirlo e gli altri assenti saranno Merkel e Ze Eduardo.


Tante le parole di Malesani , ma pochi i riferimenti tattici per la stampa sulla squadra ch scenderà in campo alla prima sul Ferraris del campionato 2011/2012. Malesani è semplicemente alla ricerca dell’unione di tanti piccoli , ma importantissimi particolari sciorinati da luglio giornalmente in modo collettivo e singolo alla truppa rossoblu: presupposto per cui ha giocato poche partite, anche con avversari di poco livello. Ed è grazie a quei particolari, secondo il “Male”, che il Genoa dovrà crescere per inserirsi nella parte sinistra della classifica del prossimo campionato, (non in fondo), come vuole il Joker.

Tatticamente senza Dianelli difficile vedere la difesa e senza Ze Eduardo l’attacco schierati a tre giocatori. Malesani contro gli orobici , Caracciolo in panchina e Pratto in campo, cercherà azioni con palloni a terra con rapido attacco della profondità ed è in attesa di vedere i progressi di Veloso nel ruolo di tessitore. Il portoghese piace a Malesani quando copre in fase difensiva, ma lo vuole più veloce nelle ripartenze in fase offensiva. La x è Birsa, se giocherà, alla slovena e all’Auxerre sulla corsia laterale o alla Malesani trequartista , ma anche mediano .

Contro l’Atalanta che gioca con il 4 4 1 1 , con due esterni veloci, Padoin e Bonaventura e Maxi Morales trequartista puro, il calciatore più caro (7ml di euro) ingaggiato dalla Dea che dovrà colmare il ruolo di Doni, Malesani potrebbe scegliere un 4 4 2 di sostanza a protezione della difesa con Rossi sull’esterno destro ad occuparsi con Mesto delle chiusure sull’argentino arrivato dal Velez, e delle ripartenze viste in passato. Malesani ieri ha confermato i suoi piani di lavoro. Allenamenti eccetto il Martedì tutti al mattino come avviene in molte squadre in Europa. Il tecnico scherzosamente ha detto: “ non è un controllo sulle notti dei calciatori ma un buon frenante per mandarli a nanna presto e farli risposare anche al pomeriggio”. Sabato giorno della rifinitura, per le gare casalinghe , lavoro sempre al mattino ed appuntamento alla sera in albergo: al tecnico piace rompere gli schemi non solo sul terreno di giuoco.

Tante saranno le parole tattiche fino al fischio del direttore di gara alle 15; vivi i fatti di un Cuore Grande così, per il compleanno del Grifo, raggiunta la soglia dei 50.000 euro di donazioni , pronti a far contenti tanti sfortunati, veloci a godere la domenica al Ferraris. Malesani ieri alla Fondazione è stato testimonial di un altro saggio… Di Carlo De Denei : Gocce di Genoa su di Noi. Un secondo libro piacevole, comico, sul Genoa e i suoi tifosi in vacanza, che si riesce a leggere anche durante un viaggio sconfinato, viste le lunghezze dei percorsi, sui “tranvai” genovesi. Il libro non è “a-gratis”, costa poco ! (Lino Marmorato)

table border="0">