Stampa
23
Set
2010

GENOA FIORENTINA 1 A 1. GOL DI GILARDINO E MESTO

Pin It

Protagonista della serata il portiere Frey della Viola fantastico  in 6 parate gol : 2 su Criscito e Toni, 1 su Sculli e Palacio.Per una 30’ del primo tempo contro la Fiorentina  è tornato  Mister G: Gasperini, giuoco, godimento per il pubblico .
Finalmente Veloso, il suo sinistro un “Violino” da grandi orchestre .Un centrocampista all’antica che

corre poco ma fa viaggiare il pallone in profondità splendidamente, e la sua  lungimiranza tattica nelle ripartenze rossoblu lo porta sempre essere  davanti alla linea del pallone.
Bene Chico anche se deve assimilare i tempi giusti quando deve temporeggiare o attaccare l’avversario.
Gasperini memore della prestazione dello spagnolo  in un  Almeria Barcellona  quando marcò a uomo Iniesta cervello del Barca , ieri sera lo ha proposto nella stessa versione anti Montolivo encefalo  dei toscani.
Nel primo tempo si è rivisto il Genoa Gasperiniano : condurre e mai subire il giuoco degli avversari.
Genoa Fiorentina un film già visto  ieri  dal sottoscritto  raccontando la gara tra i toscani e la Lazio. Il  Genoa ha fatto la differenza con la sua qualità a centrocampo a tre calciatori(Veloso Kharja) ma il suo profeta è stato Mesto(come Mauri della Lazio) che attaccando  sugli esterni dava profondità con le sovrapposizioni a Palacio,  accentrandosi creava superiorità e supporto e dinamismo  al centrocampo rossoblu..
Dal punto di vista tattico ,oltre la mossa di Chico ad uomo su Montolivo, Gasperini contro la Fiorentina ha creato tanti palloni gol perché ha allargato il campo.
Gli esterni  di destra, Mesto e Palacio, Criscito e Sculli,si anche Sculli  criticato utilissimo con il suo lavoro sporco hanno fatto la differenza nell’arrembante Genoa dal 10’ al 45’ del primo tempo  che ha creato i 6 palloni gol negati da grandi interventi da  Sebastyan Frey, portiere che Firenze lo voleva mettere in ballottaggio con Boruc nazionale  ceko.
Finita la benzina di Veloso e Kharja intorno al 30’ del secondo tempo Gasperini ha dovuto cambiare i due centrocampisti, con un piccolo rammarico lui  che è abituato a giocare con 4 /5 esterni a partita per volare ed attaccare gli avversari.
Gasperini in conferenza stampa ha detto: “ la nostra condizione cresce, io chiedo di fare il nostro calcio da 50’ a 60’ e cosi via”
Tutti i giocatori per attuare il calcio totale devono a vere mentalità positiva e per ottenerla bisogna giocare e fare tanti allenamenti assieme.
I giocatori importanti dettano i ritmi della squadra , capendo quando i compagni devono tirare il fiato o possono dare di più.
Il total calcio del Gaspe tramite pressione complessiva della squadra sugli avversari, pressione votata al recupero di spazi in attacco e in fase difensiva senza mai buttarlo via il pallone  è fatica ; ma quando tutti i giocatori della rosa rossoblu si saranno allineati avendo fiducia  in se stessi,  nel giuoco e nei compagni il divertimento non dovrebbe mancare per i tifosi del Grifo.
Una piccola raccomandazione : Adesso sarebbe deleterio  fare classifiche tra quelli che giocano e quelli che vanno in panchina , tra i nuovi e i vecchi arrivati.
Tutta la rosa a disposizione di Gasperini per portare il Genoa in alto deve lavorare all’unisono e i Rossi i  Milanetto  e tutti gli altri saranno sicuramente utili per raggiungere un’ obiettivo , e per una volta non all’ Indiana Jones.
Sull’arbitro Tagliavento poco da dire . All’Aia associazione Italiana arbitri non è cambiato nulla , dopo l’errore di Rizzoli , Braschi i designatore e Nicchi il supervisore hanno voluto dimostrare che gli arbitri non sbagliano mai mandando il casa della squadra penalizzata il loro numero uno per ribadire il ruolo della categoria nel mondo del calcio.
Un solo dubbio dopo aver arbitrato 25 anni: ma le 17 regole sono cambiate ? La risposta alle prossime  giornate di campionato  anche i d.d.g. sono in rodaggio..