Stampa
29
Nov
2006

GENOA IL CASO SCULLI IL GIORNO DOPO LA DECISIONE DELLA FIGC

Pin It

SCULLIPremetto che il sottoscritto non vuole assolutamente salvare nessuno, se qualcuno avesse sbagliato doveva essere condannato.
Non sta ne in cielo , ne in terra , sta’ solo nelle leggi della Figc, che per un illecito sportivo, o per doveri di lealtà  e probità  sportiva, venga condannato sola una persona.Sculli le telefonate se le faceva da solo, e combinava i risultati da solo, se tutti gli altri sono stati assolti.
E’ il bis di Genoa Venezia partita combinata   senza che gli attori principali, i giocatori fossero al corrente.
Sculli e’ stato condannato ad 8 mesi, ma alla fine, fra tre mesi al massimo,podarsi meno , sarà  riabilitato da tutti gli organi della Giustizia sportiva e del Coni, considerato quello e’ successo durante calciopoli,difficile prevedere il contrario, non ci sono assolutamente prove.

Chi ci rimette solo e solamente il Genoa in questo periodo., per una sentenza arrivata dopo 4 anni e 6 mesi, il giocatore ha giocato in quattro squadre, la Figc se fosse onesta dovrebbe chiedere all’Uefa di revocare il titolo dell’Under 21, dove Sculli fu determinante.

L’ineffabile procuratore Federale Palazzi, ha sbagliato nuovamente. La sua accusa si basava, che la Procura di Reggio Calabria , ha archiviato il Caso Sculli e compagnia per associazione a delinquere, e non per frode sportiva. L’autonomia sportiva ha ciccato nuovamente ,ha presunto fatti che in quattro anni non sono mai stati contestati in sede penale.

Sculli salterà  la gara con la Juve, non e’ uno scandalo, non e’ stato tutto architettato ad arte, e solo il Palazzo a non funzionare, con Sculli e senza Sculli i risultati non cambiano,basta vedere le altre giornate di campionato.
E’ uno scandalo che la sentenza arrivi prima di una gara dove  ci saranno 35.000 spettatori al Ferraris, che la guarderanno con il dubbio che la legge e’  uguale per tutti,ma non tutti sono uguali davanti alla legge, specialmente quando c’e’ di mezzo il vecchio balordo. 

Lino Marmorato radio nostalgiaMARMORATO