Stampa
12
Mar
2007

GENOA. IL GRIFONE NON VOLA IN TRASFERTA CONTRO L'AREZZO

Pin It

Zero gol, quasi zero tiri in porta,una brutta partita tra Arezzo Genoa che sa molto di incompiuta per i ragazzi di Gasperini. Il punto conquistato in toscana è buono per come è maturato.
In questa ennesima brutta prestazione del Genoa in trasferta  c’è da sottolineare alcune positività, la difesa il sistema di gioco che lascia pochi spazi e azioni agli avversari.
Ma il rovescio della medaglia è l’attacco anemico incapace non solo di segnare ma di impensierire  le difese avversarie, carenza di fantasia di gioco.

La faticaccia di andare a rete conferma una condizione non al massimo della squadra rossoblu.
Attaccanti distanti dal pallone che non  cercano lo smarcamento , la zona luce per farsi vedere dai compagni e ricevere il passaggio.  Ad Arezzo c’è stato nuovamente il fischietto del direttore di gara a fermare il vecchio balordo. Anzi la bandierina sventolata a vanvera dai suoi collaboratori.
Stellini e il Genoa ne hanno fatto le spese. Il Capitano con due giornate di squalifica, per non aver fatto nulla a Floro Flores, la prova televisiva non può servire solo a sfavore dei calciatori, Associazione calciatori sveglia !
Ma chi ci ha rimesso in particolare è stato Gasperini uscito nero dalla Stadio aretino.

Pur non giocando  bene ha aveva impostato la squadra con un  3 4 3 inedito, e questa la dice lunga sull’attuale momento della squadra, indovinando molte mosse, le diagonali difensive di Juric Galeotto, la gabbia perfetta a Floro Flores con Bega e Stellini,qualcuno dirà solo interventi difensivi. Difficili nelle altre zone del campo fare gioco,tutto rasoterra, la qualità   penalizzata dal fortissimo vento.
Seguendo gli allenamenti a Pegli, il Gaspe  si accingeva a dare il ko a Sarri, con le sostituzioni a sua disposizione. Leon Rossi e Coppola potevano  cambiare il volto della gara nel secondo tempo,un turnover studiato tavolino , non da una gara all’altra, ma di partita in partita, buttato all’aria dalla terna arbitrale.

I fischi alla fine ci potevano stare,considerato che in molti erano arrivati in Toscana in tenuta estiva ed hanno patito il freddo senza avere un minimo riscaldamento o di adrenalina dall’opaca prestazione dei rossoblu. Ci vuole un pizzico di pazienza l’obiettivo non è ancora mancato, si può arrivare dove vogliono tutti anche attraverso i play off , con una considerazione pur giocando male il grifo in classifica c’e’, aspettando Di Vaio,che arriverà, e senza Adailton l’uomo in più del girone d’andata.

                        www.nostalgia.it                   Lino Marmorato