Stampa
19
Ago
2011

Genoa in attea dei rubli...e della Nocerina.

Pin It

 altDoveva essere un Giovedì da Grifoni invece si è trasformato in un Default del calcio italiano. Senza i rubli russi per Eto’o all’Inter, non si posso fare operazioni di mercato “praticamente concluse”, con dettagli già stabiliti , con le solo modalità di

 pagamento da definire: comproprietà di Kucka e Viviano, Gilardino al Genoa , Maxi Lopez a Firenze e Bergessio aCatania. Capozucca del Genoa dopo un’ altra giornata passata al Pio Signorini in attesa di chiamate ha annunciato tutto rimandato alla prossima settimana con la speranza di poter utilizzare i nuovi arrivati alla prima giornata di campionato.


Sciopero dei calciatori permettendo, il Genoa giocherà l’anticipo alle ore 18 di domenica 28 al S. Paolo di Napoli. L’unica operazione di mercato andata ufficialmente in porto con deposito di contratto in lega nella giornata di ieri è stato il passaggio di Kharja alla Fiorentina. Il Genoa tramite un comunicato ufficiale ha smentito le modalità e le cifre, ma non il trasferimento di Polenta al Barcellona. Bertoncini è tornato in Emilia, Seymour lo vuole con insistenza il Chievo, Ribas verso il Nice, Rudolf in stand by in attesa di Gila. Calciomercato last minute segnalato da molto tempo , in attesa di sconti, aspettando i verdetti spareggi di Champions ed Europa League. Malesani prepara a porte chiuse la sfida con la Nocerina di Coppa Italia, tanta tattica con partite figurate. Tutte le partite sono difficili, ma la gara contro la Nocerina non si preannuncia una passeggiata per gli uomini di Malesani, anche se i valori sono differenti, in questo momento di pieno rodaggio e non pronti per affrontare una squadra che gioca a memoria da almeno tre anni. Banco di prova importante per il modulo Malesani, per il centrocampo rossoblu e per gli esterni, specialmente Antonelli: un esame in particolare per Veloso. Il portoghese dopo aver vinto la lotta con la bilancia , cambiato per molti , la speranza non solo fisicamente e nelle p.r., visti gli attrezzi di qualità a sua disposizione, dovrà dimostrare anche se non veloce di piede, di esserlo di testa, con lanci, visione e tempi del giuoco giusti per non cadere nel pressing dei campani.

La Nocerina: squadra campana fresca vincitrice del girone B della Lega di C e neo promossa in cadetteria, con 21 risultati utili consecutivi( 16 vittorie e 5 pareggi) dopo un inizio traballante, domenica scorsa ha eliminato al primo turno di Coppa Italia il Foggia. La Nocerina finì lo scorso campionato battendo il Foggia di Zeman acquisendo matematicamente la promozione ed ha ripreso il cammino sempre con i pugliesi , con i 10/11 della stessa formazione ed un solo nuovo arrivato l’attaccante Farias, brasiliano arrivato dal Chievo. Il miracolo della Nocerina si chiama il tecnico Auteri. Bomber siciliano di antica data con trascorsi anche con il Grifone. Il suo modo di interpretare il calcio ha portato i “molossi”dalla Serie ex C2 in B in tre anni è stato ed è stato battezzato: Auterilandia. Tatticamente un 3 4 3 che funziona alla perfezione da tanto tempo. Non c’è giocare campano non partecipe alla manovra , al giuoco, che assicura pressing e profondità , con il pallone quasi mai buttato via; Auterilandia non solo per il calcio veloce , fantasioso, ma soprattutto ricco di alternative tattiche con il punto di forza nella fase offensiva contro qualsiasi avversario.

Gli interpreti: Gori in porta, in difesa gli unici tre alti di statura della compagnia, Pomante o Nigro, De Franco e Di Maio, nel centrocampo a quattro le frecce piccole e insidiose sulle corsie laterali sono Scalise e Bolzan, e i mediani di sostanza Bruno e De Liguori(implicato sul finire della scorsa stagione in una brutta vicenda giudiziaria). In attacco l’idolo è l’attaccante Castaldo, scuola napoletana di Giugliano, un vita ai margini del grande calcio che in settimana ha dichiarato: “ non abbiamo paura di nessuno perché esprimiamo un grande gioco, ce l’abbiamo messa tutta per regalarci questo grande lusso di giocare contro il Genoa e faremo di tutto per metterli in difficoltà”. L’altro compagno vecchio di Castaldo è Negro ribattezzato il “miccolirossonero”, l’ultimo arrivato nel tridente è Farias. Genoa Nocerina sarà diretta da Banti di Livorno.( Lino Marmorato)