Stampa
18
Apr
2012

Genoa in ritiro al Pio Signorini

Pin It

altAnnullato il ritiro esterno, il Genoa ha deciso di farne uno sul campo del Pio Signorini.Cancelli e bocche chiuse per preparare al meglio la partita contro il Siena. Porte chiuse anche per permettere a Malesani di fare “Lupo” Alberto

 insegnando il suo calcio lontano da occhi ed orecchie , anche se non indiscreti perché sarebbero genoane, ma pronte ad alimentare con inutili polemiche qualsiasi ordine del tecnico con un altro timbro di voce. Tramite il sito del Genoa sappiamo che gli unici due giocatori che lavorano in modo differenziato sono : Belluschi e Kaladze. Difficile per entrambi trovarli domenica prossima in campo controla Robur. Il Portoghese dal suo rientro è stato visto da Malesani solo una mezz’ora sul terreno i giuoco ; il georgiano , vista la sua struttura fisica abbisogna di allenamenti sul terreno di giuoco, per far fiato, più che in palestra . Moretti squalificato , Costant e Antonelli in ritardo di condizione fisica e il terzino sinistro contro Destro e compagni domenica pomeriggio sarà quasi sicuramente Alhassan.. D’altronde Malesani al suo primo arrivo a Genova e dopo l’amichevole estiva di Acqui controla Primavera, ha sempre chiamato il nazionale del Ghana a fare gli allenamenti con la prima squadra, anche prima della sua partecipazione alla Coppa D’Africa.

Mentre a Pegli si lavora, i matematici del calcio fanno ,cercano, la quota salvezza dell’attuale campionato. Quaranta, Qaurantadue ? Di più di meno ? In un campionato così anomalo sarà difficile avere la certezza di quanti punti occorrono per salvarsi. Per adesso le squadre nel calderone della retrocessione sono in 7, dai 39 punti del Siena , ai 38 di Cagliari e Bologna , ai 37 di Fiorentina e Bologna, ai 36 del Genoa ed ai 34 del Lecce. Dopo i risultati di Milan Fiorentina, Lecce Roma, Catania Lecce e Napoli Atalanta che hanno regalato esiti a dir poco sorprendenti, si ha l’impressione che giornata dopo giornata possa davvero succedere di tutto con effetti non pronosticabili. A questo punto , rispetto agli altri campionati passati , merito anche delle inchieste in corso sul calcio scommesse, diventa quasi inutile guardare il calendario. L’ago della bilancia è il Lecce . Se gli uomini di Cosmi continueranno a correre così nulla sarà scontato ed inutile fare tabelle e pronostici: il Lecce ha chiuso il2011 a9 punti in classifica e nelle 16 partite del2012 haconfezionato 23 punti.. Sul piatto dei conti, delle tabelle, della quota salvezza , le società aggiungono anche i verdetti del calcio scommesse (nessuna è tranquilla, nelle inchieste per adesso al vaglio della Giustizia sportiva solo quella di Cremona, giorno dopo giorno ci sono sempre delle nuove entrate che arrivano dai

 

magistrati di Bari e Napoli) che potrebbero ribaltare quello che è successo sul campo: allora meglio superare le soglie dei matematici calcistici, per non passare un’estate a bagno Maria in attesa dei giudizi di Palazzi e al Figc. Le società di calcio adesso si stanno battendo per abbattere la responsabilità oggettiva, ma sarebbe meglio che chiedessero alla Figc ed al Coni lo slittamento dei giudizi della Giustizia sportiva al termine di tutte le inchieste della Magistratura per quanto riguarda la loro diretta responsabilità: Palazzi e la sua Giustizia per la fretta ha sempre partorito gattini ciechi… Nessun problema se si volessero colpire subito i calciatori autori di frodi e di omessa denuncia.
( lino marmorato)