Stampa
15
Gen
2007

GENOA IN VERSIONE CROCE ROSSOBLU ANCHE A PESCARA

Pin It

Vecchio balordo in versione Crocerossablu con il Pescara.
Pochi erano i dubbi, la sola speranza che  paradossalmente come detto alla vigilia, il Genoa bis, avrebbe sfatato il tabù di rilanciare le pericolanti con un piede già nella categoria inferiore.
Difficile raccontare Pescara Genoa, del grifo ne avevamo viste tante, ma perdere per due a zero senza che gli avversari tirassero mai nello specchio della porta, ci mancava.
Il Genoa ha perso per topiche arbitrali, che ci possono anche stare, anche se il secondo rigore con fallo fuori area, mi ha lasciato perplesso sulla decisione assoluta di Orsato, in un momento particolare dove i protagonisti sono sempre  gli assistenti.
La cattiva impressione  che il vicentino non si sia fidato dell’assistente n.1, meglio piazzato di lui, perché  arrivava dalla riviera del ponente ligure , Vicinanza di Albenga.
Gasperini ha continuato a dare fiducia a giocatori Zetulayew in particolare e Tavares che sembrano pesci fuori dagli schemi del tecnico e senza voglia particolare di mettersi in mostra, neanche  nelle amichevoli, l’ultima quella con la Pro Vercelli.
L’entrata di Aurelio e Forestieri nel secondo tempo ha vivacizzato il gioco, ma tutto ciò è avvenuto con il Grifo sotto per il primo rigore, condizioni diverse dal primo minuto della gara.
Genoa in emergenza senza otto titolari, i  tifosi incontrati nei vari autogrill , arrabbiati, giustamente hanno ricordato che tutto ciò era già programmato dal 23 dicembre, la società poteva almeno ingaggiare solo 2 calciatori,invece dei 6 promessi e pronti per la ripresa dei lavori.
Ma a 48 ore dalla gara sull’Adriatico tengono banco le parole di Gasperini.
Vere picconate per alcuni, onestà del tecnico, per altri, che dice la verità.
Le frasi di Gasperini -  con le quali  in pratica esclude che questa squadra possa aspirare alla Serie A - anche se dette a caldo, danno adito a tante interpretazioni:

Alibi per non avere  la sicurezza di raggiungere il risultato finale.
Mettere le mani avanti, perché così qualsiasi obiettivo raggiunto  sarà un risultato.
Preoccupazione perché conosce già gli acquisti di questo calciomercato.
Le risposte alla sua prossima conferenza stampa.

IN COLLABORAZIONE CON RADIO NOSTALGIA

-Lino Marmorato-