Stampa
10
Ott
2011

Genoa: Malesani si cambia-- poco

Pin It

altMalesani in vista della ripresa del campionato domenica al Ferraris alle ore 15 contro il Lecce, ritocca il Genoa ma non dalle fondamenta: la difesa , non la fase difensiva, eccetto gli errori individuali, come l’attacco, funzionano. Il Genoa quando è corto e lucido dimostra di

giocare un buon calcio. Al di là degli 8 gol subiti , la difesa del Genoa è andata in difficoltà solo per gli errori tecnici e di marcamento dei singoli , anche se qualche volta i quattro difensori hanno dato l’impressione di non essere compatti e simultanei nel coprire l’errore del compagno. Il problema della difesa del Genoa, fase difensiva, è che quando gli esterni spingono partendo con il pallone tra i piedi (Antonelli, Mesto, Rossi, Moretti) aprono dei buchi che Kucka e Costant(mediani) , non sono riusciti fino adesso a coprire.

Malesani deve lavorare sulla fase difensiva e dovrà invitare i difensori e mediani di non perdere palloni in uscita, specialmente per via orizzontale, per facilitare le ripartenze degli avversari. Il centrocampo contro i salentini sarà il settore più rivoluzionato. Malesani è convinto che la squadra renda meglio con il rombo , ma altre soluzioni tattiche sono in fase di studio, senza stravolgere il lavoro fatto fino adesso. Nelle partite di allenamento per Malesani contano poco le giocate dei “singoli”, il tecnico valuta il lavoro fatto per la squadra. Con il “nino vertical” in formazione tra le linee avversarie , Malesani dovrà lavorare molto sulla fase difensiva, ma anche offensiva. Sganciandosi i terzini laterali ed i mediani troppo bassi a coprire, il Genoa rischia di avere davanti solamente il cileno ed i due attaccanti e basterebbe una mossa al tecnico avversario, come a Parma , per bloccare tutto il meccanismo rossoblu in fase d’attacco, con i mediani troppo alti si rischiano i contropiedi degli avversari.

Malesani per ottimizzare tutto dovrà lavorare sulle due fasi di giuoco, mancanti nelle altre partite, anche quelle vincenti con Lazio e Catania: i gol sono scaturiti da intuizioni di Jorquera e Palacio. Per ottenere tutto questo probabilmente in campo nel ruolo di mediano giocherà Rossi(se recupera Mesto in difesa) con Veloso, l’altro mediano da decidere tra Merkel(giovane), Seymour(non visto dal tecnico con Veloso vicino) o Kucka. Lo slovacco per 70’ nella partita della Slovacchia contro la Russia davanti alla difesa ha dimostrato le sue doti nel difendere e nel ripartire, come succedeva appena arrivato a Genova: la speranza che sia merito del freddo e non di altre paturnie… Kucka giovedì al suo arrivo smentirà le dichiarazioni rilasciate, succede quasi sempre così quando vengono rilasciate all’estero.

Il Genoa è confortato dalle prestazioni di altri giocatori di sua proprietà nel ruolo di Kucka : Coffee nel Sassuolo, al Ferraris ed anche nelle precedenti partite è stato sempre bravo in mezzo al campo come Bolzoni nel Siena idem Rizzo nella Reggina , tutti giocatori di proprietà rossoblu. Giovani del 1991, Bolzoni del 89, pronti a giocare anche in serie A. D’altronde se il prossimo lancio di Malesani, sarà per tutti, Merkel del 92, le porte in casa rossoblu dovrebbero essere aperte anche agli altri. In attacco i problemi sembrano minori per le giornate di grazia di Palacio. Caracciolo(in ritardo di condizione) Pratto(una seconda punta per il tecnico) e Ribas(mai provato) non convincono in tutto per tutto e allora Malesani potrebbe studiare qualche alchimia tattica: l’albero di Natale. Palacio e Jorquera alle spalle di un’unica punta che dovrà lavorare di più per la squadra che per il gol , creando spazi con le spalle alla porta avversaria, permettendo gli inserimenti di coloro che arrivano da dietro. Mossa tattica che permetterebbe probabilmente di coprire meglio il terreno di giuoco non permettendo agli avversari di ripartire con facilità per non scoprirsi, preoccupati

Con il 4 3 3, fuori Jorquera, potrebbe essere esaudito il desiderio di Jankovic di giocare esterno. Per mettere in atto quello che ha in mente, il tecnico rossoblu ha il tempo contato. I nazionali arriveranno al Pio tra giovedì e venerdì, alcuni con il fuso da smaltire: le rivoluzioni contro il Lecce potrebbero essere anche poche. L’unica: recuperare Mesto per dare corpo al centrocampo spostando Capitan Rossi nel mezzo.( Lino Marmorato)