Stampa
07
Feb
2011

GENOA MILAN . PAREGGIO STRETTO PER IL GRIFO

Pin It

Genoa Milan 1 a 1 . Pareggio importante per il Genoa  di grande intensità  per tutto l’arco della partita dopo tre partite giocate in una settimana. Gara  che potrebbe far pensare  a tutti dentro e fuori dello spogliatoio rossoblu  quali possano essere  le potenzialità della squadra in futuro.
Il Grifo del secondo tempo ha esaltato il pubblico del Ferraris ,  non solo la Gradinata Nord, e  non solo per  il cuore messo in campo,  ma per alcuni spunti di qualità dei singoli: non è giusto fare classifiche,  tutti da 7 i calciatori del Grifo  in pagella !
Ascoltato Ballardini :  per fermare il Milan occorre un pressing feroce.
Il Genoa sotto la regia di Milanetto, Konko,  ancora più forte dopo l’esperienza nel Siviglia, con Kucka e Rossi ovunque, ha provato subito ad imporre il suo ritmo alla gara, altissimo, per non  concedere spazi e ripartenze al Diavolo rossonero;   bloccando il tridente d’attacco rossonero con marcature ferree.
La forza del Genoa: aggredire alti    i tre mediani rossoneri(Gattuso, Van Bommel, Flamini) con un solo scopo:  non permettergli di liberarsi con  rapidità del pallone, costretti ai lanci lunghi  dove Dainelli (peccato per l’errore sul gol di Pato) e  Khalazde sono stati perfetti.
L’errore sul primo gol del Milan ha un pregio… ha fatto perdere la imperturbabilità, l’autocontrollo a Ballardini.
Bravo Ballardini a leggere la partita tatticamente,  limitando Ibrahimovic ha condizionato tutto il giuoco del Milan. Se si blocca Ibra,  attualmente il Diavolo   è bello che rosolato,  perché i  tre attaccanti Pato, Robinho e Cassano non incidono sul giuoco di Allegri. Se il Milan viene attaccato negli e in profondità la difesa balla e l’unico a salvarsi  è Thiago Silva.
Il pareggio sta  stretto al Genoa  per come si erano messe le cose nel secondo tempo , il Milan poteva perdere se il Genoa avesse inciso maggiormente sottoporta rossonera,
un neo di questa stagione, Ballardini è convinto  di migliorare anche nella fase offensiva  dopo aver blindato la difesa: aspettando Palacio, Paloschi e Boselli, e con un Floro Flores in forte ripresa.
Il pareggio contro il Milan  ed   i suoi interventi  porteranno  serenità anche  ad Eduardo, l’osservato speciale,  che a fine gara ha fatto fare uno scatto di 50m a Preziosi j dalla panchina per andarlo ad abbracciare.
Scusate faccio  un copia incolla di quello che ho scritto alla vigilia, non per megalomania, ma per averlo visto sul terreno di giuoco.
Genoa: “Un blocco , con dieci giocatori  in posizione attiva con il pallone in gioco  o senza il pallone, senza mai concedere   spazi  e marcature blande. Non lasciare campo agli avversari”.
 
Un caldo invito per Mercoledì  sera alla Fondazione del Genoa alle 18,  per premiare
Milanetto “Calciatore Caruggi 2010”, facendo una piccola solidarietà per i bambini dei caruggi  portando :  quaderni, penne, matite, colori… Grazie.   ( LINO MARMORATO)