Stampa
18
Mag
2012

Genoa: parole,parole,parole

Pin It

alt Cantava Mina : parole, parole, parole , parole, soltanto parole , parole tra noi, e si continua a farlo nel mondo che gira intorno al Genoa, con trattative specialmente di giocatori in entrata ed in uscita. Nessuno in

questa settimana si è chiesto , ha riflettuto , perché Preziosi non ha mai parlato con nessuno, Lui che in questi momenti è un vero padrone di casa del calcio mercatoshow ? Il peggior campionato della sua gestione , da quando il Genoa è tornato in serie A continua a far riflettere il Joker. L’operazione più complicata di tutte nella rivoluzione Preziosi è vendere tutti i senatori , non di data appartenenti alla società, come, se decidesse, per esempio di farlo con Gilardino e Frey. Qualsiasi manager nel mondo del calcio, avvicinato per essere un protagonista di questo ricambio, con queste premesse ci penserebbe un attimo. Sogliano a scelto altre strade, Fabrizio Preziosi non decide , rimane la soluzione più probabile: Lo Monaco con compiti di General manager e non Amministratore delegato, che opererebbe con Zarbano e Capozzucca, che ancora una volta si metterà all’opera per cercare di vendere o piazzare i 91 calciatori di proprietà del Grifone a Pegli, in Italia ed anche in Europa.
Capitolo allenatori.
Il disastro nel campionato appena finito si misura per lo più con il numero degli allenatori: tre più un richiamo , nessuno dei quali scelto con piena convinzione , insieme agli errori nella gestione più che nella società , della squadra. La stagione della delusione rossoblu si è sviluppata tra inesperienze, pochezza tecnica, svilimento dell’organico, scelte superficiali sul campo attuate con poca logica, che sono sfociate in un rendimento modesto da parte di tutti ed anche di coloro che avrebbero dovuto essere il riferimento per i meno esperti e quelli che arrivavano dall’estero. Chi ha provato a febbraio, vedendo e vivendo giorno dopo giorno il passo da gambero nello spogliato rossoblu, non a denunciarlo, ma trovare la cura per cercare di rimediare è stato messo alla berlina per un termine sbagliato…terremoto. De Canio prova a tenersi la panchina del Genoa ed agli inizi della prossima settimana incontrerà la proprietà. L’allenatore del Genoa 2012/2013 per Preziosi dovrà essere una scelta e non un pretesto come è successo nel dopo Gasperini con : Ballardini, Malesani, Marino e De Canio.
Il Genoa si è salvato all’ultima giornata e Preziosi ringrazierà sempre De Canio bravo psicologicamente a non far perdere la bussola alla squadra dopo lo “strip ultrà” Sabato a Genova c’è Zeman, ci sarà qualche approccio di qualche collaboratore del Grifone ?
Gli allenatori monitorati sono sempre gli stessi in ordine alfabetico: De Canio, Del Neri, Delio Rossi e Zeman ed ognuno con le proprie richieste tecniche per il modo di vedere un assetto tattico. In pool position c’è Del Neri ( lino marmorato)