Stampa
20
Dic
2011

Il Genoa non fa notizia

Pin It

altIl Genoa a 21 punti in classifica , in compagnia di Napoli, Roma e Catania non fa notizia. Mentre le altre squadre contano i punti che mancano alla zona Champions(10) e all’Europa League(2), sotto la Lanterna , quasi per nascondere la classifica del Vecchio balordo si continua

a discutere: se sono molli, dell’identità tattica e del giuoco mancante, perché non gioca tizio o caio, di allenamenti mattutini a porte chiuse, scarsa preparazione fisica . Un paradosso perché il Grifo rispetto a Inter e Roma e Napoli non è mai stato giudicato in risalita, durante queste 15 giornate di campionato. Quando il Genoa è equilibrato, corto e riesce a fare gol, i meriti sono di una buona rosa, degli assenti che hanno sempre ragione quando entrano, pur non facendo miracoli, mai la testimonianza di un buon lavoro alle spalle. Quando il Grifo buca , per colpa di qualche errore di troppo dei singoli , è colpa del trainer, quasi per partito preso. Esagerato andare a prendere il pelo nell’uovo anche quando il Genoa vince, un calvario, che non porterà mai da nessuna parte con Malesani, con un altro trainer, come già dimostrato con Gasperini degli ultimi anni e Ballardini. Preziosi alla Festa della Lega a Desenzano ha ribadito la fiducia al Mister , assegnandole un 6 e 1/2 in pagella per il lavoro svolto fino adesso: per aver creato un gruppo bene affiatato, per essere sesto in classifica anche senza un bomber , ed ha annunciato in arrivo un goleador in

questa settimana , ed un mediano ruba palloni se partirà Kucka. Malesani aspetta ed ogni tanto si difende con delle “picconate”. Malesani, se gli daranno la possibilità di ripartire, aggiungendo per regalo all’attaccante ed al centrocampista un esterno sinistro, anche di serie B, è convinto che i 21 punti di oggi, con quattro gare ancora in programma al giro di boa , si possono triplicarli alla fine del campionato. Ho visto Barcellona Santos finale della Coppa del Mondo, un Barca schierato con il 3 7 0 , ha dimostrato che si può vincere anche senza attaccanti. Il Genoa potrà tentare di fare risultato al S.Paolo di Napoli con una difesa annunciata a cinque giocatori ? Si ! Se Malesani riuscirà a mettere in campo una squadra che faccia pensare a Mazzarri come contrastarli sul piano della corsa. Malesani giocherà contro il Ciuccio con una difesa a cinque, ma con qualche alchimia tattica, , avendo solo tre difensori centrali a disposizione. Non farà l’errore , come ipotizzato da tanti, di schierare Rossi terzino sinistro. Difficilmente in questo momento il tecnico rossoblu può privarsi del Capitano l’ago del giuoco , a centrocampo, in difesa e in attacco , relegandolo su una corsia laterale.

I dubbi del Genoa a Napoli sono: in quale posizione sul terreno di giuoco, se si riprenderà, giocherà Merckel, l’utilizzo di Ze Eduardo acciaccato e stanco dopo 3 mezze partite e 6 mesi di inattività. Il sostituto di Merkel è Seymour, quello di Ze potrebbe Jorquera : d’altronde se la squadra può supportare il brasiliano non dovrebbe avere problemi anche con il cileno. L’altro grande dubbio chi sarà l’esterno basso nella corsia di sinistra ? Malesani in questo momento è l’unico a sapere cosa chiedere ai suoi, così è più propenso a difendere, relativamente, per strappare il massimo con il minimo sforzo di uomini in attacco, anche se in precedenza nelle altre partite è stato punito da errori elementari dei singoli difensori: troppi 18 gol subiti in 15 gare con l’attacco poco vitaminico sotto porta. Barcellona Santos mi ha confermato alcune valutazioni, una su tutte, la qualità perde contro la corsa. Nei campionati del sud America si gioca più lento e quando i calciatori sud americani arrivano in Italia , protagonisti oltre oceano , fanno fatica ad inserirsi perché soffrono il ritmo. Bisogna avere la pazienza di aspettarli, e quando arriveranno faranno la differenza. Una favola rossoblu di questi giorni .

Da Napoli: stiramento per Lavezzi stop di un mese. Problemi per Gargano pronto Dzemaili. In attacco per sostituire il Pocho ballottaggio tra Pandev favorito e Mascara, a centrocampo tra Zuniga e Dossena. Arbitra Valeri di Roma.( lino marmorato)