Stampa
02
Feb
2009

GENOA PALERMO 1 A ZERO. VITTORIA CON VISTA CHIAMPIONS

Pin It

Genoa Palermo 1 a 0. Il Grifo è la più bella sorpresa del Campionato,  ha abbinato ad un gioco lineare  una continuità impressionante di risultati (10) ,  dimostrando di meritare il quarto posto in classifica con vista Champions. Mercoledì scorso la canzone abbinata al pareggio del Grifo a Milano era:  Notti magiche della Nannini, per la vittoria contro il Palermo calza bene:  Vado al Massimo di Vasco Rossi.
Vado al massimo, Vado a Gonfie vele, voglio proprio vedere come va a finire… lo scontro diretto per il 4 posto domenica prossima all’Olimpico con la Roma.

La vittoria del Genoa contro il Palermo non è stata facile: è  arrivata a 4 minuti dal termine con un gol di Criscito, che ha messo la ciliegina sulla sua ottima  partita e  sopra una torta nella quale la tranquillità e la caparbietà del Genoa hanno avuto la meglio sui tenaci rosanero.  Ottimo lo stato psico-fisico dei giocatori rossoblu. 15 tiri nello specchio della porta , 2 legni colpiti dal Genoa potrebbero far apparire la squadra siciliana dimessa:  sbagliato. Palermo squadra organizzata ed arcigna, che non mai concesso uno spazio al Genoa, ma impossibilitata  a fare il suo gioco di rimessa bloccato sul nascere  dal pressing rossoblu.

Ma il pasticciere di questa torta rossoblu si chiama Gasperini e questa partita il  Gaspe  la voleva vincere a tutti costi.   Nel  primo tempo  ha confezionato sulle corsie laterali ,con Mesto e Modesto in ritardo, due nuovi esterni :  Vanden Borre che non ha fatto toccare pallone a Bresciano e Criscito sulla sinistra,  che con una interpretazione superba in fase difensiva ed offensiva,  ha fatto la differenza.

Nel secondo tempo dentro Palladino,Olivera con Milito e Jankovic ed il Gaspe è stato premiato.
Questo Genoa continua a stupire, non per la striscia positiva, ma per l’autorevolezza con sui sta in campo: tre partite senza Milito, che hanno comunque fruttato,  3 vittorie, una partita contro il Milan  senza Ferrari, e la difesa rossoblu contro   l’attacco rosso nero sempre a segno su azione  dopo la ripresa del campionato post natalizia  su azione,  non ha vacillato,lasciandolo  a secco escludendo i calci di punizione;  partita contro il Palermo senza Thiago altra  vittoria.

 Per  tutti questi  risultati arrivati, senza  i leader riconosciuti,Gasperini ha una risposta: “ le sue colonne non sono solamente tre, ma tutti  i 20 componenti della rosa”. Frase che non sarà condivisa dai soliti pignoli tifosi rossoblu che fanno classifiche non per   il gioco, la corsa, l’equilibrio  e l’altra  nuova dote la pazienza, espressa  dai giocatori rossoblu utilizzati  , ma attraverso le simpatie o gli stupidi passaparola anche di qualche media prevenuto.

Adesso domenica partita contro la Roma, sarà una partita da Grifo, da Vecchio Balordo, ma senza tanti patemi il quarto posto continuerà a resistere ed esistere.  Fu conquistato il 18 gennaio a Lecce  e continuerà almeno fino all’8 febbraio. Doveva essere una meteora, ma non per una squadra che lo scorso anno arrivo a quota 40 punti il giorno di Pasqua a Palermo e l’anno successivo, ieri, 1 febbraio,  a 25 giorni dal Carnevale, e non è uno scherzetto. Parola di Preziosi e Gasperini.!