Stampa
25
Mar
2010

GENOA PALERMO 2 A 2 . IL CUORE ROSSOBLU VUOLE ANDARE IN EUROPA

Pin It

Genoa Palermo 2 a 2 . Hernandez , Bocchetti ,Pastore, Kharja  i goleador. Grifo all’ultimo sbuffo, all’ultimo secondo  risale sul treno che porta in Europa. Premiato il gran cuore dei rossoblu contro il Palermo una buona squadra di buon profilo tecnico.
Il pareggio del Genoa ha alimentato la corsa al quarto posto in classifica che giornata dopo giornata diventa sempre più eccitante con 8 squadre in 8 punti con il rientro di Bari e Parma.
Palermo furioso per il rigore concesso a tempo scaduto  dopo un lungo infortunio aBalzeretti durante i 4 minuti di recupero: basta conteggiare quanto ci è voluto a riprendere il giuoco dopo l’infortunio a Balzaretti, per mettersi l’anima in pace.Tutto regolare.
Lo stato fisico del Genoa è buono considerato che ha macinato km per tutto l’arco della gara, ma lo stato psichico , le assenze in difesa  e all’attacco alla lunga si pagano.
Qualcuno alla fine della partita della gara parlava di “Juliorossoblu” dimenticandosi che gli azzardi specialmente nel calcio pagano sempre e molto.
Gasperini nel secondo tempo pur avendo giocatori non al meglio  Rossi, in campo ancora con le placche in gola e Kharja ancora non al top , giocando con un 4 2 3 1 o 4 2 4  in fase offensiva ha avuto ragione di un Palermo e di un Delio Rossi che ha creduto di vincere la gara in contropiede  e non apportando modifiche al suo centrocampo in evidente inferiorità numerica.
Rossi e Kharja hanno fatto la differenza :Rossi ormai è il 2x1 al quale Gasperini non può prescindere, Kharja,  anche se sotto ritmo,  ha rivitalizzato con la sua qualità ela sua personalità(subito un tiro da 30metri appena entrato) il giuoco del Genoa.
In questa operazione d’attacco rossoblu del secondo  ci hanno guadagnato anche Palladino che schierato alle spalle di Suazo,  in dieci  minuti ha procurato il secondo giallo a Khjaer  ed è stato autore  di buoni spunti  per entrare nella difesa rosa nero oltre  Palacio non più sacrificato a rincorrere Balzaretti sulla corsia esterna.
La fase difensiva del Genoa preoccupa perché non prendono gol per mancanza di copertura da parte dei centrocampisti ma per errori singoli dei difensori, che ormai avvengono con una  cadenza regolare nelle ultime  partite.
L’impressione che,  oltre la mancanza  dell’ uomo che guidi la difesa, ai difensori del Genoa manchi anche la parola per aiutarsi , in primis al portiere Amelia.
Adesso i sogni europei sono tutti nei piedi e nei cervelli dei giocatori rossoblu perché rispetto alle altre squadre hanno il calendario dalla loro parte.
Delle  8  gare che mancano  alla fine del Campionato   il Genoa , sulla carta,  ne potrebbe vincere almeno 6, se riuscisse a scaricarsi della zavorra comportamentale che si porta in trasferta.
Il Grifo ha giocato con tutte le squadre che gli sono davanti in  classifica   eccetto il Derby e il Milan che preoccupa meno al Ferraris alla penultima giornata di campionato.
A proposito di derby è già iniziato con 18 giorni d’anticipo a Garrone che tifava Genoa contro il Palermo ,  ieri sera, si è aggiunto Preziosi che ha dichiarato:”Lo abbiamo accontentato , ma anche Lui ha accontentato noi”.