Stampa
05
Nov
2007

GENOA PALERMO PER GASPERINI LA PIU' BELLA PARTITA DEL GRIFO IN QUESTO CAMPIONATO

Pin It

GENOA PALERMO:  Partita bella,gol emozioni, grinta, corsa , divertente  per i tifosi neutrali.
Il 3 a 3 premia il Palermo, il Grifone ha giocato meglio ma  ha sprecato molto sotto porta avversaria non sempre per demeriti, ma per la grande giornata del portiere palermitano Fontana, un 40enne che volava da palo in palo, respingendo e bloccando tutto, invece  sbagliando tre volte in difesa il Genoa  ha  incassato tre gol.
Il Genoa ha dimostrato pur giocando ogni tre giorni di avere una freschezza atletica invidiabile, ma non può permettersi di sbagliare tutti quei gol,vincere sul piano del gioco e dopo commettere quelle leggerezze  dentro la propria area di rigore sui calci da fermo degli avversari.
La concretezza nel calcio è fondamentale, nel dare sviluppo al gioco offensivo, ma anche in quello difensivo.
I due  gol fotocopia,colpi di testa su palloni inattivi mettono sul banco degli imputati non la difesa rossoblu, ma tutta la squadra, l’uscita  di Bovo per infortunio non può essere un alibi, Di Vaio ,che non sta attraversando un buon momento,  si è fatto uccellare da Brienza di testa, e la differenza d’altezza tra i due non è di pochi centimetri.
Sui palloni inattivi che spiovono dalle parti di Rubinho, dove conta molto la fisicità, Gasperini dovrà  trovare soluzioni. La  prima potrebbe essere quella di non marcare a zona, ma ad uomo.
Sono piccole considerazioni tecniche, ma la gara del vecchio balordo condita da una straordinaria intensità, un inseguimento ad alta velocità prima del pareggio e dopo della vittoria,lascia ben sperare per il futuro rossoblu, dove dopo il ciclo terribile delle ultime quattro giornate, manca di qualche punto in classifica.
Il risultato al Genoa contro il Palermo sta stretto, ma guardando la classifica il futuro non potrà che essere rossoblu, davanti al Grifo in classifica  ,escluse Roma e Atalanta, ci sono davanti  squadre che il Genoa ha già incontrato e non ha  mai demeritato, in particolare sul piano dell’organizzazione del gioco.
L’esame di maturità dopo il ciclo terribile, Juve Fiorentina, Inter Palermo, è superato, adesso ci vorrà concentrazione e limare  al massimo gli errori difensivi che in Serie A si pagano.

IN COLLABORAZIONE CON RADIO NOSTALGIA

Lino Marmorato