Stampa
31
Mar
2011

GENOA. PARLA PREZIOSI

Pin It

Il Presidente del Genoa ai margini  della riunione in Lega ha confermato la sua vena dialettica ed intelligente, parlando del: proseguo del campionato, di Ballardini, Gasperini, Borriello, Cassano, e il mercato con Milan e Inter. Riassumendo in breve, ha detto sul finale del campionato rossoblu :  “Difficile l’Europa , abbiamo incominciato a vincere troppo tardi”
Su Ballardini: “Come detto in precedenza, la decisione  a fine Aprile. Non abbiamo fretta ne io e ne Lui. Per un matrimonio bisogna essere in due.
Ballardini ha detto si: a me non risulta .Ha dichiarato di avere altre richieste…”
Su Gasperini:”Basta polemiche e punzecchiature a distanza. Ci sono ricordi anche affettivi. Lui vuole allenare ed io gli auguro buona fortuna. Gasperini alla  Juventus: tecnicamente è uno dei migliori allenatori, per altri fattori dovete chiedere a Lui, conosce la Juventus meglio di me”.
Su Borriello: “Ci siamo visti in aereporto  , costa troppo. Non basta  comprare una bella  macchina , dopo bisogna mantenerla e  i costi dell’assicurazione della manutenzione e del bollo sono alti”
Su Cassano: “Sono corretto, a Genova bisogna mantenere degli equilibri”.
Su Boateng: “Tutto deciso con il Milan”.
Su Inter: “Buoni rapporti e se continuano a vendere giocatori all’Inter: Vuol dire che stiamo lavorando bene, che abbiamo ingaggiato giocatori all’altezza dell’Inter e Moratti per acquistarli  dovrà dare contropartite valide o euro, che noi continueremo ad investire”. Piaccia o non piaccia questa è la   politica di Preziosi.
Nel mondo del calcio sono convinti che dovrebbe portare gioie… e risultati ,  a medio temine, per i tifosi rossoblu.



Sul campo al Pio: Tornati  tutti i nazionali . Si ripopola  il Centro Riattiva di Lavagna con Kucka, Veloso, Milanetto e Destro.
I giovani continuano ad allenarsi con la prima squadra , ma dalle parole dei “senatori della squadra”, l’ultimo è Mesto : “Far giocare i giovani è una decisione della
Società . Per noi il Campionato  non è finito e ci sono altri obiettivi da raggiungere, oltre la parte sinistra della classifica”, indicano un’altra strada.
Contro il Cagliari, Donadoni conferma il 4 3 2 1 , difficile il  recupero di Nenè per l’attacco.
Grifo che cercherà i 3 punti correndo con 6 esterni di centrocampo e difesa: Mesto, Criscito(spostato a centrocampo), Rossi, Konko, Rafinha e Moretti, con Antonelli in partenza dalla panchina.
Il pareggio tra Genoa Cagliari è sparito dalle  puntate del Monopoli. ( LINO MARMORATO)