Stampa
02
Ago
2011

Genoa: " Ha da passa, non' a nuttata per il bomber

Pin It

alt“Ha da passa, non, ‘a nuttata”, ma almeno 15 giorni prima di definire il ballo dell’attaccante in casa rossoblu. Preziosi il joker

nellevesti di Eduardo, non con il “Genoa” milionario, ma con le sue idee ed intuizioni sarà al centro della “commedia” del calcio mercato. Dopo l’operazione Boateng dello scorso anno, il Presidente del Genoa è al centro di triangoli non solo tra Genoa , Inter e Milan, ma anche con Juventus, e Fiorentina.


Rispetto ad ieri sull’operazione Gilardino in rossoblu c’è una sola novità: Kharja vede Firenze come piazza gradita. Gilardino può arrivare tramite un triangolo o quadrilatero dove dentro ci sono per adesso agli angoli: Kharja, Quagliarella dalla Juventus in viola, Montolivo tra Milano e Torino via Genoa, Vargas , Amauri, Veloso bramato da Corvino ds della Viola da qualche anno, Kucka , Costant, Palacio e Cassano. Cassano andrà via dal Milan ma le strade per arrivare a Genova sono difficili. La più probabile sembra Firenze, con la benedizione del CT della Nazionale Prandelli. Thiago Motta nel “triangolo” Inter, Genoa Milan , per il suo procuratore sono voci infondate. Thiago Motta al Genoa, altro giro di trattative, con una sola preoccupazione: chi si accollerà l’ingaggio dell’Italo Brasiliano? Frey ha superato le visite mediche, domani la presentazione al Pio Signorini. L’entusiasmo del nizzardo , finalmente nuovamente davanti al mare , con le sue parole, il suo sorriso : “ Non vedo l’ora di cominciare “, ha contagiato tutti al suo arrivo il Pio Signorini. Capozucca a Neustift ha ordinato ci vuole entusiasmo per il Genoa e il Presidente, Malesani ha subito pensato di far fare un bagno di genoanità a tutti i nuovi arrivati.: domani ore 16 porte aperte al Pio Signorini. In serata partenza per Acqui . In 24 ore tra domenica prossima ore 18 contro l’Acqui e lunedì sempre alle 18 contro la nuova squadra Primavera del Grifone, due partite ravvicinate con due squadre diverse , con un solo scopo per il tecnico rossoblu dopo la partita contro il Padova, far apprendere alla svelta, ai nuovi arrivati i ritmi del campionato italiano. Malesani in Austria tutte le mattine lo ha spiegato e raccontato, con i patavini ne hanno avuto la prova. Per vincere nel campionato Italiano bisogna, correre, pressare, aggredire in fase di possesso degli avversari , subito lanciare in profondità per finalizzare la propria azione , evitando orpelli tecnici, anche se belli . ( Lino Marmorato)