Stampa
18
Ott
2008

GENOA. RIFINITURA AL PIO.

Pin It

Genoa: Tutti a Pegli i nazionali.Milito ,  è sceso  regolarmente sul campo di Pegli  a seguire schemi e tattiche; il Principe di Baires vuole giocare la partita con il Siena. Gasperini arrabbiato con con Vanden Borre, il migliore in campo in Belgio Spagna, arrivato in ritardo di un giorno all’allenamento.

Gasperini ha detto:”Evidentemente la chiamata in Nazionale gli ha montato la testa, visto che si è preso un giorno in più di permesso. Vanden Borre deve ricordarsi che se gioca in nazionale deve tutto al Genoa e alla società rossoblu. Domenica  non so se ci servirà”
Recuperati per la gara contro i senesi : Ferrari ,Milanetto e Gasbarroni,probabile Thiago Motta in panchina, gli unici assenti contro i toscani saranno Potenza out,Rossi e  Sokratis squalificati.
Prima volta con i tifosi avversari nel proprio settore domenica a Marassi, previsti 25000 spettatori.
Iniziativa dell’ACG che nell’ambito di un progetto Scuola in collaborazione con il Genoa ha invitato i ragazzi della Contrada della Selva a vedere la partita , ma anche l’Acquario in mattinata .
Al Pio tutto in un Venerdi, e per gli scaramantici 17:tattiche,visione di filmati della partita del Napoli e degli avversari contro la Roma all’ultima di campionato.

La Formazione che affronterà i senesi non è in alto mare per Gasperini , ma per gli addetti ai lavori ci sono dei dubbi. Contro la Dea Gasperini dovrà ridisegnare le corsie laterali con Modesto in infermeria e Rossi squalificato.
Sulla carta per il tecnico di Grugliasco ci sarebbero, non tante ,  delle altre  soluzioni. Considerato che in queste due settimane di sosta,il trainer rossoblu non ha potuto lavorare con tutti i suoi ragazzi  e che Vanden Borre è in castigo, è probabile che il Gaspe  proponga il solito Genoa 3 4 3 sulla carta ma in realtà un  433. Memori della sconfitta dello scorso anno contro il Siena dove l’ex allenatore Beretta mise in crisi la difesa rossoblu giocando con i due attaccanti  Maccarone e Frick  molto larghi a sfruttare i lanci di 40m di Galoppa, con Locatelli tra le linee, e che quest’anno nelle precedenti gare di campionato il nuovo allenatore Giampaolo  non ha cambiato nulla tatticamente rispetto al passato inserendo il marocchino Kharja al posto di Locatelli;  Gasperini potrebbe optare,senza fare stravolgimenti tattici, a Mesto sulla linea della difesa con Biava  e Ferrari centrali e Criscito a sinistra,  tutti pronti ad arginare la profondità degli attaccanti del Siena, raddoppiando i compagni e non lasciarli soli  nell’uno contro uno.

Difesa a quattro e centrocampo a tre necessariamente dove:  Juric cercherà di tamponare il marocchino Kharja fonte del gioco senese tra le linee, Milanetto a dettare i tempi , e Sculli a dare profondità al gioco. Davanti il  PA GA MI rossoblu: Palladino Gasbarroni e Milito  a dare fastidio alla compassata e fallosa  difesa bianconera.
Solo un’ipotesi , perché ripeto altre soluzioni sono nella testa di Gasperini, ma quello che ha provato,  non contro la Lavagnese nell’amichevole di Mercoledì , ma nell’allenamento di Giovedì porta a questa soluzione.
Poco importa ,l’importante è che cambiando i giocatori il prodotto rossoblu non cambi. La gara con il Siena è una tappa importante per il  viatico del Vecchio Balordo in questo campionato.
Genoa Siena sarà arbitrata da Ajroldi di Molfetta