Stampa
21
Feb
2011

GENOA ROMA 4 A 3. TUTTO VERO

Pin It

Genoa Roma 4 a 3 . 95 minuti di memorabile calcio istintivo. Giusto il risultato per la squadra che ha fatto una partita attraverso un gioco e che aveva più forza fisica nelle gambe. Genoa Roma è una di quelle partite che non bisogna considerare  criticamente , altrimenti se viene esaminata sotto l’aspetto tecnico-tattico è da ricordare quasi con sgomento perché sia  i rossoblu e i romanisti hanno fatto  l’impossibile per perderla.
La prima  considerazione da fare  su Genoa Roma e   che il Genoa si è battuto, quasi tutti i calciatori, con slancio virile e ammirevole,  è difficile non dirsi fieri di questi “genoani” dopo quanto si è visto e sofferto.
Il pubblico del Ferraris si è commosso, si è divertito, in Gradinata Nord qualcuno ha rischiato l’infarto per merito di un calcio rossoblu sotto l’aspetto agonistico, sentimentale,  una vera squisitezza.
Quando un derby può riscattare una stagione, questa  è stata  l’essenza  di Genoa Roma.
Grifoni con la testa ancora ai festeggiamenti e alle libagioni post derby nei primi 15’ di partita e subito beffati dalla voglia della Roma di non scendere all’Inferno, con due reti in pochi minuti.
La forza del Genoa sotto di due a zero è stata quella di non mollare e incominciare a macinare azioni su azioni, affrontando la partita contro i giallorossi con lo spirito da stracittadina in modo sanguigno a prescindere dal risultato e  la differenza si è subito sentita.
La differenza tra il Genoa e la Roma nel primo tempo  sono stati  i cross al bacio su palloni inattivi di Totti ed  i gol di Mexes e Burdisso di capoccia e i gol sbagliati sempre di testa da Palacio e Floro Flores, altrimenti pari in tutto con gol mancati da Borriello e nuovamente da  Floro Flores.
Il Genoa ha vinto perché ha giocato una partita seguendo i dettami di giuoco dell’allenatore , la Roma ha perso perché il suo  allenatore ha dovuto subire l’anarchia tattica  dei giallorossi:  ognuno ha fatto quello che ha voluto.
Il Genoa ha vinto perché Ballardini ha azzeccato le sostituzioni, Ranieri no !
Il Genoa ha vinto perché la sua condizione psico-fisica è  megliore  di quella della Roma.
Il Genoa ha vinto perché ha sfruttato la condizione fisica della Roma che è sempre crollata nei secondi tempi  in ordine con : Inter, Napoli ,Shaktar, incassando nei suoi momenti di crisi 10 gol.
La Roma ha perso per l’aggressività   dei  napoletani  , ucraini  e  genoani  che  non  gli   hanno  mai  permesso di sviluppare e far  ragionare  il  suo compassato centrocampo. 
Importante tenere conto che il Genoa ha vinto con 14 giocatori.
Milanetto  sostituito per affaticamento muscolare e Rossi (ha salvato il terzo gol sulla linea nel primo tempo) sono stati gli artefici non di una brillante  partita,  ma  con la squadra sotto di due a zero i trascinatori  della riscossa non permettendo mai alla Roma di gestire il risultato.
L’uomo partita è stato Paloschi che si conferma la prima punta che mancava al Genoa in questo campionato,  perché Palacio non parla.
L’argentino con la prestazione contro la Roma ha dimostrato di essere , quando gli girano i palloni.., uno dei più forti interpreti del campionato italiano.
Ballardini al suo arrivo disse:”prima conosco gli uomini e dopo mi dedicherò  alla tattica e al giuoco”. E’ stato di parola.   ( LINO MARMORATO)