Stampa
28
Nov
2009

GENOA- SAMPDORIA. FINITO IL TEMPO DELLE CHIACCHERE STASERA SI GIOCA

Pin It

Finito il tempo delle chiacchere sul 101°  derby della Lanterna , la parola passa al terreno di giuoco del Ferraris. Gasperini convoca,  non a sorpresa Figueroa, rimasto in vacanza domenica scorsa contro il Livorno. Dovrebbe giocare Sculli centravanti alla Di Stefano per non far ripartire la Samp davanti alla sua difesa con i lanci Palombo.
Perché prevedo  Sculli .
Negli utimi derby la preoccupazione principale di Gasperini non far pervenire il pallone a Cassano a  trovarsi nella condizione di giocare uno contro uno, contro i difensori rossoblu.
Nei derby dello scorso anno utilizzo un grifo senza ali nel girone di andata con Juric, Milanetto e Thiago; nella gara di ritorno il Genoa a rombo con Milanetto play alto e Thiago basso .
Sculli centravanti arretrato invece ribalterebbe la situaz<ione tattica perché  permetterebbe  l’uno contro uno a Palacio e Palladino contro i difensori esterni blucerchiati, a Rossi di occuparsi di Mannini e a Biava con la collaborazione di Milanetto la copertura di  Cassano.
Sicuramente posso sbagliare e se non sarà Sculli la prima punta toccherà a Figueroa  cercare di lasciare il segno argentino nella difesa blucerchiata nel 101° derby rossoblucerchiato.
Con Figueroa in campo cambierebbero anche i suoi compagni d’attacco, con Palacio probabilmente in panchina.
Amelia in porta , Biava,  Moretti,  Bocchetti in difesa, Rossi, Milanetto,  Juric Criscito a centrocampo, Palacio Sculli , Palladino la probabile formazione  rossoblu.

Del Neri con le convocazione del pomeriggio   ha tolto i dubbi sull’unica possibile sorpresa  nella stracittadina che si giocherà domani sera alle ore 20.45: Semioli non è stato convocato.
Formazione della Samp:
Castellazzi in porta, Cacciatore, Gastaldello, Rossi, Ziegler in difesa,
Padalino ,Poli, Palombo ,Mannini a centrocampo, Cassano e Pazzini davanti.
Arbitra la futura terna che dovrebbe rappresentare l’Italia ai prossimi  Campionali Mondili del Sud Africa. Rosetti, con gli assistenti Ayroldi e Calcagno. 

                                                     Lino Marmorato