Stampa
06
Apr
2011

GENOA. SAMPDORIA. RIPARTITI GLI ALLENAMENTI

Pin It

Ripresa dei lavori a Pegli. Criscito squalificato , si punta sul  recupero di Kucka, domani accertamenti medici finali con esami diagnostici, difficile contro la Juventus, di Khalazde, ma soprattutto si è ripartito  dalle parole di Preziosi post gara con il Cagliari che è meglio ripetere:” alcuni  giocatori mi devono convincere di essere e di volere il Genoa anche la prossima stagione  e non sarà certo una vittoria in più o in meno che potrà farmi cambiare idea, la prestazione contro il Cagliari  deve far riflettere tutti anche l’allenatore”.
Dopo il colloquio di Lunedì  tra Ballardini e Preziosi tutte le componenti sono allineate per questo finale di campionato.
Da ieri  toccherà al tecnico rossoblu mettere in fila caratterialmente e psicologicamente anche i giocatori contro una Juventus che ha vinto all’Olimpico di Roma con il piglio di una provinciale(è un complimento),  non di una grande squadra.
Balla assodato che in   difesa recupera Khaladze e  Moretti o Antonelli potranno giocare al posto di Criscito,   se non recupererà Kucka dovrà “dimenarsi” con il centrocampo monco , con due  soluzioni a disposizione.
La prima fare giocare Konko interno perché Rafinha oltre a non  gradire il ruolo a centrocampo è alle  prese con la pubalgia, il secondo come ha detto Preziosi alla Sciorba puntare su qualche giovane:”probabilmente se ce ne fosse stato qualcuno contro il Cagliari avremmo corso di più…”.
Il messaggio del Joker all’allenatore, ma lo ripeterà in settimana negli stanzoni del Pio Signorini ,  è stato chiaro:” dobbiamo onorare il campionato facendo  più punti possibili. 
Con la Juve sarà dura, ma con Brescia, Lecce e Cesena al Ferraris,    mi aspetto delle risposte da tutti. Il derby , non lo nomino,  ne abbiamo vinti tanti e speriamo di vincere anche questo”.
Giocatori e tecnico avvisati…!
Oggi doppio allenamento, da domani allenamenti mirati al mattino  per la gara del mezzodì di Torino.
Ps: avviso ai naviganti:  prima di fare o giocare al Totoallenatori meglio sincerarsi dell’ingaggio percepito …!
Samp: Verso la sfida salvezza si è ripartiti da una partitella contro gli allievi.
Cavasin vuole mettere al massimo il giuoco della Doria. Senza giuoco non si arriva a tirare in porta.
Pozzi, dopo il primo tempo contro il Chievo si candida ad essere il contrassegno   della Samp 2010/2011.
A lui si chiedono i gol da centravanti. Pozzi in campo contro i clivensi ha permesso due giocate a  Maccarone modello BigMac.
Contro il Lecce probabilmente Cavasin punterà sempre al 3 5 2 , la speranza che possa cambiare anche la formula tattica contro un Lecce in campo con il 3 4 1 2 con due punte di movimento come Jeda e Di Michele ed il trequartista mediano.
La scorsa domenica le squadre nella lotta per la salvezza hanno buttato il cuore oltre l’ostacolo , domenica  al Ferraris indipendentemente dal fattore meteorologico dovrà farlo anche la Samp:  è questione di mentalità che nasce negli allenamenti, nello spogliatoio, voglia di osare contro tutti.
De Canio tecnico del Lecce , come tanti altri che hanno affrontato la Doria negli spareggi salvezza contano su questa pecca blucerchiata: la struttura mentale  di giocare per la retrocessione.   ( lino marmorato)