Stampa
29
Ago
2011

Genoa: senza calcio tante chiacchiere ...

Pin It

alt La domenica senza calcio, al di là delle versioni di comodo e della demagogia galoppante sullo sciopero dei calciatori , la serrata del calcio potrebbe essere un toccasana e giusto per riformarlo a tutti i suoi livelli. Per tutte le componenti del calcio e del Coni è finito il tempo di attesa e di

 pazienza dei tifosi. Mancano ancora 48 ore alla fine di questo calcio mercato da tregenda, colpa di questo calcio andato all’aria pieno di debiti e con tutte le società pronte a sfruttare ad “hoc” il futuro play finanziario per non spendere un euro.


Week end senza calcio con ancora tante chiacchiere da Bar sul calciomercato, con una sola certezza : tutte le squadre di serie A sanno quello che vogliono , ma desiderano arrivarci non solo risparmiando, ma anche utilizzando furbizia. Le idee in casa Genoa non sono più molte, ma chiare, in entrata ed in uscita, poi si sa che il mercato è difficile e sembra problematico capire a 48 ore dalla chiusura se si potranno realizzare. L’’unica certezza, ad ieri , il Genoa, con l’attuale rosa, per Villa Rostan negli uffici e sul campo è sicuramente già a un buon livello, anche se la voglia di Preziosi di migliorare il Grifone, soprattutto in attacco, per renderlo ancora più competitivo è chiarissima.

Il Presidente, Capozucca, parlano sempre con il tecnico che è convinto che loro faranno il meglio in base a quelle che saranno le possibilità, ma è contento di quello che ha disposizione. I nomi sempre gli stessi Gilardino, Borriello e la sorpresa. L’ultimo , riportato per onore di cronaca, arrivava sabato dal Portogallo. Notizia di un procuratore al mare a Spotorno : Luis Miguel,Alfonso Fernandes detto Pizzi , attaccante del Braga, squadra tante volte visionata da emissari del Genoa per altri giocatori. La notizia, solo cronaca, non verificata con i dirigenti del Genoa, si è subito smontata nella giornata di domenica , il calciatore è stato ingaggiato dall’Atletico Madrid per sostituire Forlan. Il problema in casa rossoblu in queste ultime ore di calciomercato è solamente uno: il bomber, se arriva; Palacio, se rimane. Dopo la ricaduta di Ze Eduardo il problema si è accresciuto.

Gilardino, fonti vicine alla Fiorentina dicono che tutto era fatto, che le condizioni andavano bene a tutti anche al giocatore, ma stanno ancora aspettando un telefonata da una decina di giorni per chiudere l’operazione. Borriello non dice no al Genoa, ma aspetta mercoledì alle ore 18 per dire si a Preziosi. Il calciatore vorrebbe giocare in Europa ma anche cambiare aria da “gossip” del calcio italiano. Nuovamente in auge Floccari, che arriverebbe non difficilmente , non con una buona targhetta sulle spalle , essendo la quarta o quinta alternativa: la speranza che sia la volta buona per un suo rilancio. Un altro attaccante con possibilità di scambio con Rudolf è Malonga in arrivo dal Cesena ex Torino. La fiducia di tutti i genoani che rimanga Palacio. Dopo tutte le ciance, il “codino” che non gli dispiace rimanere a Genova, chiederebbe un aumento di ingaggio a cifre quasi adeguate ad altri attaccanti: se Pandev prende quasi quattro milioni , Palacio per molto meno della metà potrebbe essere soddisfatto…

Al 31 di agosto alle ore 19 , altre partenze non note potrebbero concretizzarsi , è potrebbe essere un Genoa , quasi, nuovo di zecca, rispetto allo scorso luglio. Malesani, in silenzio è in attesa di qualche altro regalo di Preziosi, ma anche consapevole che non sarà facile assemblare alla svelta il Genoa 2011/2012. L’unica garanzia, difficile valutarne i tempi, è il tecnico : uno che le squadre le sa far girare bene e giocare meglio . Da giovedì scatterà il punto debole del Grifone: la proverbiale impazienza di tutto il mondo che gira intorno al Vecchio Balordo. Malesani avrà bisogno aiuto da tutti, ma soprattutto di Preziosi e di tutta la società . Nessuno meglio del Joker sa che una squadra rifondata ha bisogno di fiducia; nessuno prima di lui potrà cambiare repentinamente idea rispetto a una propria creatura.

Altro piccolo problema , perché tutta l’attenzione dall’inizio del ritiro tutti si sono concentrati sul’arrivo del bomber , dare un occhio alla linea mediana, con tanti alti e bassi nelle poche amichevoli giocate. Veloso, se ci sarà, dovrà dare alla svelta segni di riscossa definitivi , non avendo convinto alla sua prima stagione. Milanetto, Criscito, Konko e Rafinha non ci sono più, Rossi quasi mai provato, da valutare se Birsa, Merkel e Seymour ed Antonelli sono già pronti per fare i titolari tutti assieme . Per tale motivo Malesani negli ultimi allenamenti, e nelle ultime partite giocate in famiglia la scorsa settimana , ha incominciato a provare un altro modulo tattico, senza il trequartista: un 4 4 2 più coperto. A calciomercato fermo, senza andare a caccia di svincolati….o in previsione di quello di gennaio… ne sapremmo di più , con un intralcio non da poco , scioperi permettendo, da domenica 11 settembre conteranno anche in punti. ( Lino Marmorato)