Stampa
22
Ago
2011

Genoa: si lavora per il debutto

Pin It

ALTGenoa Nocerina, a freddo, ha confermato le mie analisi precedenti su Genoa e sugli avversari. La squadra campana ha dimostrato di avere una buona organizzazione di giuoco, di essere inferiore solamente ai valori rossoblu nel palleggio e nei fondamentali: basta ricordare quanti palloni persi sulla

linea laterale con gli stop a seguire. Importante il risultato per Malesani e la sua truppa, ma gli stessi errori messi in evidenza contro qualsiasi avversario in queste rare amichevoli non si possono sempre addebitare alla preparazione ed alla scarsa condizione atletica.


Sono identici i campanelli suonati con il Padova, con lo stesso Acqui, meno contro il Gjion e con la Nocerina. Il 4 3 1 2 di Malesani non funziona bene. Gli esterni spingono e specialmente Antonelli a sinistra non riesce a fare le due fasi di giuoco - difensiva ed offensiva - con la stessa intensità. Tutto ciò porta Costant e Kucka ad non esprimere le loro qualità, più propensi a coprire che ad attaccare. In tutte le partite sono mancate le loro diagonali difensive ed il recupero avveniva con grande dispendio di energie pagato con il fiato ridotto dopo 60’ di giuoco. Non è una bocciatura quella di Antonelli, il calciatore quando imparerà (il maestro è quello giusto) a fare le due fasi di giuoco sarà fortissimo . Attualmente insistendo in questo ruolo si rischia di bruciarlo.

Contro la Nocerina nel secondo tempo Antonelli, tanto preoccupato a difendere, non si è sganciato una sola volta e quando ci ha provato è stato buggerato in occasione dei due cross da destra sotto la tribuna che hanno permesso facili colpi di testa degli avanti avversari pronti a fare gol. Veloso non è cambiato, i suoi fondamentali erano, sono e saranno sempre da top player , ma il suo dinamismo, non per colpa del peso, è sempre latitante. Il portoghese consapevole della fiducia dell’allenatore, della società, ripaga, rispetto al passato, con tanta buona volontà per adesso. Malesani in vista dell’inizio del campionato e quando i punti conteranno, non essendo un integralista, ma un alchimista della tattica, non dei numeri che contano poco, potrebbe studiare qualcosa per non mettere alla berlina degli avversari il Vecchio Balordo, bruciandosi il buon lavoro fatto durante la preparazione.

L’arrivo di Bovo, calciatore che può giocare in tutti i ruoli della difesa da destra a sinistra, annunciato per adesso da Radio mercato e da fonti vicino alla Società, potrebbe indurre il tecnico a giocare con una difesa schierata a tre giocatori sulla carta ed un’adeguata copertura del centrocampo. Più facile parlare delle manchevolezze in ogni contesto della vita, ma non dimentico che la forza del attuale Genoa è l’entusiasmo di Malesani in tutte le situazioni, la difesa dei giocatori da parte del tecnico e soprattutto la qualità nei piedi di molti degli ultimi arrivati e voluti da Preziosi. Aspettando Gilardino, Pratto anche contro la Nocerina si è dimostrato di essere un buon giocatore in grado di fare la sua bella figura nel campionato italiano; Birsa con i pennelli ai piedi è in grado di essere un buon pittore e non naif, specialmente quando avrà capito le sue nuove mansioni sulla trequarti rossoblu attaccare bene e coprire meglio, pitturerà del buon calcio; Seymour, ha ragione Malesani, è da plasmare sul piano del temperamento, i suoi tempi di giuoco invece sono quelli giusti per un metronomo del centrocampo moderno. Su Palacio , meglio toccare ferro fino all’ultimo minuto di calciomercato . Le sue prestazioni , la sua maturazione, che non possono essere catalogate come calcio d’agosto, lo pongono al centro di voglie di calciomercato di tante squadre. Mi giunge vaghezza: Marco Rossi non avrà lo spazio mediatico di Totti, ma nell’attuale Genoa quanto potrà stare ancora in panchina ? Dal campo: deve fare ancora gli accertamenti, ma le notizie su Dainelli non sono buone. Il giocatore potrebbe fermarsi, due o tre settimane per l’allungamento muscolare patito contro la Nocerina. Per Tale motivo domani potrebbe essere al Pio Signorini, Bovo pronto a debuttare al S.Paolo. Calciomercato: Preziosi vuole chiudere alla svelta nel bene o nel male l’operazione Gilardino. Polenta al centro di trattative vuol giocare nel Barcellona B o in serie A, le richieste non gli mancano.

Lavoro intenso nei prossimi 9 giorni di mercato per il Ds Capozucca da chiudere le trattative dei giocatori in uscita. Aleksic in Grecia apre le porte al tesseramento di Jorquera, che saranno spalancate solamente dopo…la definizione di Gilardino sotto la Lanterna. ( Lino Marmorato)