Stampa
08
Ago
2011

Genoa: Test amaro

Pin It

alt Oltre 3000 tifosi hanno applaudito, ad inizio partita , i giocatori del Genoa allo Stadio Comunale di Acqui in occasione della primapartitagiocata nelle vicinanze della Liguria. Malesani ha utilizzato in prevalenza contro i dilettanti piemontesi i convocati dalle rispettive nazionali : Seymour, Granqvist, Kucka, , Birsa Khalazde. Kharja già partito nella giornata

di sabato e non tornerà


più a Genova.Venduto, anzi regalato…, alla Fiorentina per un milione di comproprietà subito e 2 milioni e mezzo se la Viola lo riscatterà il prossimo anno. Risultato 3 a 2 per il Genoa contro l’Acqui in zona Cesarini e all’ultimo respiro con doppietta di Ribas e gol finale al 90’ di giuoco di Seymour. Se il Grifone ha l’iniziato con applausi per tutti , alla fine tanto amaro in bocca e qualche perplessità tra coloro che lasciavano l’Ottolenghi di Acqui. Partita non giudicabile, brutta per gli uomini di Malesani , probabilmente dovuta ai pesanti carichi di lavoro, come evidenziato dal tecnico in conferenza stampa , però non può giustificare neanche una giocata, di speranza, da parte di un singolo protagonista in 95’ di giuoco. L’unico a salvarsi, non è una novità, è stato Marco Rossi, grazie, ma non solo, al suo cuore rossoblu. Il capitano è l’unico giocatore che gioca senza pallone e cerca sempre la profondità. Non preoccupa Malesani il ritardo di condizione dei granatieri rossoblu, anche se non lo confessa, è impensierito che in 20 giorni di lezioni specifiche sulla tattica, i suoi ragazzi tra la gara di Padova ed Acqui non abbiano ancora messo in mostra un solo schema dei suoi. Per qualcuno dei calciatori schierati contro l’Acqui sembra che il tempo degli esami sia arrivato agli sgoccioli. Malesani, nella conferenza stampa finale ha detto: “Se volevo fare la goleada, mi bastava cambiare 2 0 3 elementi con quelli che avevo in panchina, ma non ero interessato al risultato. Era più importante guardare tutto il complesso della rosa a disposizione. Da domani si inizierà un altro lavoro specifico per arrivare a buon punto alla gara di Coppa Italia, manifestazione a cui la Società e il sottoscritto ci tengono moltissimo. A specifica domanda quando si vedrà il vero Genoa, Malesani ha risposto seraficamente: ” gli altri ci mettono degli anni a trovare un giuoco, difficile che io lo trovi in poco tempo…, dando quasi appuntamento dalla terza giornata di campionato dopo la sosta, in poi. Mourinho e i suoi discepoli avrebbero risposto: “ non sono mica Henry Potter”. Oggi altra amichevole contro la Primavera sempre alle ore 18 , dove verrà dato spazio a coloro che sono stati in panchina contro i piemontesi. Il week end prima di Ferragosto ha portato poche notizie. Gasperini ha perso ha Supercoppa alla “Gaspe”: grande primo tempo, tatticamente tutto indovinato, brutto il secondo tempo. Gasperson prigioniero della paura di pareggiare, tornando alla difesa a 4 calciatori ha dato campo e spazi al Milan. Possibilità sfruttata dal Diavolo rossonero per infilzare il Gaspe che può per adesso sfruttare l’alibi delle assenze. L’altra notizia è che Amauri è disposto a ridursi e spalmare l’ingaggio. Adesso l’attacco di Palermo , Parma , Genoa ed altre società sarà rivolto alla Juventus affinché abbassi le sue pretese sul costo del cartellino del italo- brasiliano o addirittura lo dia in prestito gratuito per togliersi dal bilancio la zavorra dell’ingaggio, il tiramolla potrebbe andare alle lunghe. Non è una notizia, dopo un mese di manfrine , Hallenius ha scelto di andare ufficialmente al Padova . Le altre non sono news: Gilardino e Montolivo quasi separati in casa della Fiorentina, nessuno mette la mano sul fuoco, neanche i dirigenti viola, che il prossimo anno possano continuare a giocare in riva all’Arno. Il valzer di Preziosi diventa lento: l’idea nuova di trasferimenti da una società all’altra, tramite il passaggio dal Genoa. Thiago Motta rimarrà all’Inter, più fattibile lo scambio Montolivo- Veloso, anche questo dovrebbe essere in dirittura d’arrivo, quando la Fiorentina non riuscirà a piazzare il centrocampista a suon di euro in qualche altra società. Le uniche quasi certezze in casa rossoblu sono che Cassano, per adesso, non vestirà la casacca rossoblu, che la comproprietà di Kucka è stata data all’Inter. Lo slovacco, manifesta Preziosi, giocherà nel grifone fino alle fine del prossimo campionato, il probabile riscatto della comproprietà di Viviano dovrebbe rientrare nell’operazione. Aumentano le possibilità di Pandev sotto la Lanterna, dopo la delusione della panchina in Supercoppa , con giovanotti di primo pelo e della primavera interista in campo. Pandev è un operazione a parte rispetto alle altre imbastite tra Preziosi e Moratti : per il macedone prestito secco che non comporterebbe l’addio di Palacio . Ha ragione Galliani : “il calcio italiano da ristorante di lusso a pizzeria” e nessuno vuol spendere un euro. Continuerà la caccia da parte di Preziosi alla prima punta con i soliti noti , ma occhio al Mister X del Joker, anche se bisognerà armarsi di pazienza fino all’ultima settimana di calciomercato, a meno che: Fiorentina per Gilardino, Juventus per Amauri, Udinese per Floro Flores non riescano a capire prima che il “default” del calcio italiano è in atto da lungo tempo e abbassino le loro pretese. Mister X prezioso ? Potrebbe anche non essere un attaccante . Il Genoa sembra avere un opzione da esercitare entro Ferragosto su uno dei calciatori più chiacchierati dell’attuale calciomercato: Casemiro, altra operazione tra Grifone e Biscione nero azzurro. L’ultimo attaccante messo in vetrina dai media Tv del calcio mercato, è il nazionale cileno, capocannoniere dell’ultima Copa America con 5 reti , giocatore attualmente dell’Amburgo: Paolo Guerrero. I dubbi: extra comunitario, il costo di 10milioni di euro, ingaggio fino al 2014 di 3milioni di euro e i muscoli, qualche volta in panne con stiramenti ravvicinati negli ultimi anni. (Lino Marmorato)