Stampa
25
Mag
2011

GENOA TRA FESTE E CALCIOMERCATO

Pin It

Tra Champagne Ruinart , specialità di pesce crudo, paccheri, canti e balli e soubrette  si è Festeggiato al Teatro Alberti di Desenzano,  la partecipazione per il prossimo anno  del Genoa al 5 anno consecutivo in serie A, la parte sinistra della classifica per il quarto anno ininterrotto, i 5 derby vinti su 6 ed anche la retrocessione dell’altra sponda del Bisagno, senza dimenticare il calcio.
Preziosi nella trattativa con il Milan di ieri si è portato a  casa 12 milioni di euro, il ritorno di  Sokratis e il rinnovo della comproprietà di Beretta, attaccante della Primavera rossonera;  al Diavolo ha lasciato Boateng, Amelia, Strasser, Oduamadi  e il rimpatrio di Paloschi.

Sokratis potrebbe essere di passaggio da Genova, difficile l’inserimento nella trattativa con l’Udinese per Floro Flores, possibilità di trasferimento all’estero.
Per Floro “Euroflora” Flores, già avvenuto  un primo contatto : l’Udinese spara 8 milioni di euro ,  il Genoa parte da 5 milioni per arrivare a 6 inserendo Forestieri. Oggi altro  probabile incontro  tra Capozucca e Larini ds dei friulani.
Calda la pista Gastaldello in procinto di passare da Bogliasco a Pegli.
Preziosi interessato al  riscatto  di  Boselli,  se gli inglesi del Wigan abbasseranno le pretese.
Capitolo allenatore,  a parole per tutti  gli addetti ai lavori è Malesani, ma un nuovo incontro che doveva esserci oggi tra Preziosi e il tecnico del Bologna è slittato a Venerdì prossimo.
Segnale che potrebbe ancora far riflettere il Patron del Genoa, dopo l’ennesimo attestato di stima dei giocatori presenti ieri sera al Teatro Alberti, tutta la vecchia guardia e la giovane, non di  età ma di  cartellino rossoblu ,  (assenti gli stranieri), al tecnico Ballardini al suo vice Regno, al quale si sono aggiunti con cori e battimani anche Preziosi Enrico e Fabrizio.
Questo non vuole dire che Ballardini sarà riconfermato, ma qualche incertezza fino a quando non ci sarà l’ufficialità da parte del Joker sul prossimo trainer rossoblu rotea non solo nella testa degli addetti ai lavori.( LINO MAMRMORATO)