Stampa
01
Nov
2008

GENOA UDINESE ALCUNE CONSIDERAZIONI SULLA PARTITA

Pin It

L’Udinese non è per caso in testa alla classifica, i friulani  hanno il migliore attacco  con 17 reti realizzate  e la seconda miglior difesa con 6 reti incassate preceduta solo dall’Inter di Mou, 5 gol incassati da Julio Cesar, il portiere nerazzurro.
Domenica si sono sbarazzati della Roma , nel turno infrasettimanale sono andati ad  violare il Cibali di Zenga che non aveva mai perso  in casa e con la difesa degli etnei la migliore del torneo: l’Udinese ha vinto con la forza di una grande.
Sono tanti i meriti dell’allenatore Marino, ma moltissimi quelli della società che ha deciso di trattenere il suo attacco da grande squadra: Quagliarella, Di Natale,Floro Flores,Pepe e l’ultimo arrivato Sanchez, il migliore in Sicilia .
La duttilità delle punte dei friulani va a nozze con la sagacia tattica del suo allenatore Marino.
Da 3 4 3 dello scorso anno ,alla luce dei tanti gol incassati il trainer  bianconero- friulano è passato in fase difensiva con 4 uomini difensiva, trasformando il centrocampo ed in particolare  D’agostino,trovandogli la giusta collocazione: regista a ventaglio capace di servire l’intera prima linea che gioca sempre con il tridente.
Di Natale,Quagliarella,Floro Flores,Pepe o Sanchez,da sinistra a destra cercano tutti la profondità attaccando sempre gli spazi e hanno bisogno dei  lanci millimetrici di D’Agostino. Marino ha corretto D’Agostino in modo semplice: lui sinistro naturale,per facilitarlo nel suo calcio, lo ha spostato a destra centralmente. Nell’attuale 4 3 3 dell’Udinese,  D’Agostino ha abbassato il suo baricentro dietro i due cursori Inler lo svizzero e il cileno   Isla a sinistra che gli proteggono i fianchi, rinforzando le due corsie laterali con Motta a destra e Pasquale a sinistra che partono dalla fase difensiva.
La difesa friulana  oltre i Felipe, gli Zapata, già protagonisti lo scorso anno,  per adesso  hanno visto il campionato dalla tribuna per infortuni , ma  Coda,Ferronetti e Lukovic non li hanno fatto rimpiangere ,  è migliorata con gli innesti di Domizzi e Motta, pur perdendo Dossena andato in Premier league.
 Udinese prima in classifica dopo 9 giornate di campionato, adesso  tutti  aspettano il salto definitivo di qualità  della squadra allenata da Marino, per emergere dovranno trovare la mentalità da grande , per non rivedere l’ennesimo film degli scorsi anni: la bella incompiuta del calcio italiano.

Lino Marmorato