Stampa
03
Mag
2011

GENOA: UOMO DERBY BALLARDINI

Pin It

 Al termine di Napoli Genoa, un giocatore di cui non dirò il nome ,  sono in silenzio stampa, mangiando una mela e non intervistato,  mi ha detto: “ Sarà il derby di Ballardini.
Ballardini  sarà  per i giocatori rossoblu, oltre i tifosi, una motivazione straordinaria nella prossima stracittadina”
Ho provato a capire il perché ?
Il calcio fino ad oggi ci ha insegnato che senza nessuna motivazione straordinaria, nessuna squadra può avere successo.
Il Genoa ha vinto, con Brescia, Lecce(bene ,  se no adesso tutti sarebbero a fare i conti) ha giocato a modo a Napoli,   perché non è mai subentrato un senso di appagamento, , non è mai calato l’entusiasmo e nessuno ha sentito la necessità di rilassarsi dopo un’annata non bella , ripresa  dopo il mercato di gennaio.
Il merito della ripresa da dentro lo spogliatoio viene assegnato a Ballardini , che non è  stato, non è , non sarà un personaggio popolare, ne farà alcunché  per diventarlo, ma indubbiamente ha dato  prova di saperci fare.
Probabilmente Preziosi non ha mai amato Ballardini, perché era stato ingaggiato per gestire una stagione che era iniziata con una crisi inevitabile.
Sembra non esserci mai stata passione tra Preziosi  e il suo allenatore, ma i risultati arrivati attraverso il mestiere, l’esperienza e la professione, potrebbero fare centro.
Ballardini si è dimostrato bravo ed intelligente  a coprire un vuoto importante lasciato da Gasperini.
Ballardini un signore per giunta gentile, non è cosi anonimo dentro lo spogliatoio come appare all’esterno.
L’impressione che Ballardini e il suo staff,specialmente con il suo secondo Regno, siano la più onesta  coppia possibile per un calciatore che vuol fare il salto di qualità e la peggiore possibile per un calciatore che si sente già arrivato: basta seguire  e capire esternamente le vicende di alcuni calciatori rossoblu per capirlo…
Difficile dire se Ballardini sarà riconfermato sulla panchina del Genoa se Preziosi non ha trovato l’ironia, il talento e la presenza che pretende da un Leader.
 Se non verrà riconfermato Ballardini  però lascerà  il segno nello spogliatoio rossoblu.
 Il tecnico è un bravo psicologo, anche se non ha il fascino di Mourinho, ma rispetto al portoghese dentro lo spogliatoio ha più empatia.
Non è una volata tirata a Ballardini, perché credo che Preziosi stia valutando tutte queste caratteristiche del tecnico romagnolo e se sceglierà un altro tecnico,  lo farà  solamente per il bene del Genoa.
Anch’ io credo che Ballardini possa essere l’uomo derby , preparando la partita senza particolari stress per i calciatori, ma con un solo obiettivo: imporre il proprio giuoco. ( LINO MARMORATO)